IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora, il Calzaturificio Risso compie 65 anni: premiato dal sindaco Floris

Più informazioni su

Andora. Un’altra insegna storica di Andora supera il traguardo dei 65 anni di attività. Si tratta di “Calzature Risso” di via Carminati, un’impresa di famiglia di successo aperta negli anni 40 da Angelo Risso, con la moglie Giuseppina Viale ed oggi gestita dalla figlia Elisa alla quale il Comune di Andora ha consegnato un riconoscimento per la longevità dell’attività che fonda le sue radici ai primi del novecento.

Nel 1928, infatti, nonna Carmela, girava con il carrettino nelle borgate a vendeva le scarpe, mentre il nonno aveva un negozio di ciabattino in via Carminati. Si può, quindi, dire che il calzaturificio Risso sia attivo da ben 86 anni, ma delle licenze di allora, purtroppo non vi è più traccia. Restano i ricordi importanti nel cuore di Elisa Risso che parla con orgoglio della passione con i suoi avi hanno gestito l’attività mostrando la foto del padre davanti al negozio.

“Premiare questi negozi vuol dire non dimenticarsi delle lunga tradizione commerciale di Andora – ha detto il sindaco Franco Floris – è un’ occasione per sfogliare l’album delle foto in bianco e nero e ricordare un paese e i personaggi che sono stati importanti nelle nostre vite e nella nostra economia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. .
    Scritto da .

    Il fine mandato è un obbligo di legge per fortuna. Le altre attività premiate in passato da questa amministrazione, non sono certo quelle che vogliono cambiare l’attuale volto politico.

  2. Scritto da rosabrighella

    E’ evidente che certe persone sono proprio assenti dal territorio perché se no si sarebbero accorte che anche negli anni scorsi sono state premiate delle attività. Però è più facile denigrare sempre e comunque. Quanto al resoconto di fine mandato forse non tutti sanno che è un obbligo di legge.

  3. Scritto da penelope

    un regime che finisce in malo modo , solo ora ci si accorge che ad Andora c’era gente meritevole!!! forse perche ci sono le elezioni? chi ha pagato il bel libretto di fine mandato?

  4. .
    Scritto da .

    Che tristezza…Per non parlare del premio…