Anche Balbontin contro l'accorpamento: sketch col cartello "Giù le mani dal porto" - IVG.it
Economia

Anche Balbontin contro l’accorpamento: sketch col cartello “Giù le mani dal porto”

Svöøna. Abbiamo voluto scriverlo “alla sua maniera”, il nome della città della Torretta: “Svöøna” è la grafia con cui Enrique Balbontin, il noto comico della “torta di riso”, ha sdoganato in Italia il capoluogo della nostra provincia.

Balbontin è da sempre molto legato alla sua città, che ricorre costantemente nei suoi pezzi, addirittura con lezioni di savonese impartite in diretta nazionale nelle trasmissioni comiche più famose. Ma ieri, durante uno spettacolo a Genova con Paolo Ceccon, ha voluto dimostrare la sua vicinanza anche su uno dei temi più attuali e sentiti da queste parti, quello del possibile accorpamento delle due Autorità Portuali di Savona e Genova.

Di fronte al pubblico “zeneize”, al grido di “Anche questa volta saranno pattoni”, il comico ha imbracciato un cartello e lo ha mostrato per qualche secondo. La scritta, neanche a dirlo, era quella della campagna lanciata dai dipendenti savonesi con l’hashtag #giùlemanidalporto… ma, ovviamente, alla sua maniera.

E così, visto che “ogni 500 anni bisogna darsi dei pattoni”, anche Balbontin si schiera a suo modo, e lancia il messaggio: “Giù le mani dal porto di Svöøna”, o, come la chiama il comico, “la porta sul retro del Mediterraneo”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.