Cronaca

Maltrattamenti a madre e sorella disabile: albenganese condannata ad un anno insieme al marito

tribunale Savona

Albenga. Un anno di reclusione in abbreviato per maltrattamenti e lesioni. E’ la condanna inflitta in tribunale a Savona ad una coppia albenganese, 54 anni lei, 59 lui, che, nel maggio del 2013, era stata arrestata in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare del gip Fiorenza Giorgi. L’imputata era accusata, insieme al marito, di maltrattamenti verso la madre ottantenne e la sorella disabile, che vivevano con loro ad Albenga. Secondo quanto viene contestato ai coniugi, le due donne avrebbero infatti subito continui insulti, minacce, prese in giro e schiaffi.

Episodi per i quali, in parte, marito e moglie sono stati appunto condannati. Il giudice ha invece assolto gli imputati da alcune delle contestazioni di maltrattamenti (quelle successive al 3 maggio) e da un terza accusa che veniva contestata, quella di abbandono di incapace, che è caduta nel corso del processo. Gli inquirenti avevano infatti ipotizzato che le due vittime fossero state anche lasciate da sole in casa per ore, pur essendo incapaci di provvedere a se stesse.

Già davanti al gip la donna aveva negato di aver avuto comportamenti violenti verso la madre e la sorella ed aveva fornito una sua spiegazione dei fatti. Una versione che contrastava con le immagini riprese da una microtelecamera che era stata installata nella casa dai carabinieri. Sarebbe stato proprio l’occhio elettronico a riprendere alcune delle scene violente che sarebbero avvenute tra le mure domestiche.

Una delle richieste del difensore della coppia, l’avvocato Nazareno Siccardi, che aveva chiesto per loro un abbreviato “condizionato”, era stata di visionare in aula i filmati. A denunciare la coppia, in un primo momento, erano stati i vicini di casa che spesso sentivano lamenti e urla provenire dall’alloggio, poi anche l’anziana madre si era rivolta ai carabinieri, così come i responsabili dell’associazione che aveva in cura la figlia disabile.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.