Albissola, Gambaretto non si candida: "Mi dedico al turismo" - IVG.it
Politica

Albissola, Gambaretto non si candida: “Mi dedico al turismo”

Diego Gambaretto

Albissola. “Dopo un’attenta riflessione non intendo candidarmi ad Albisola, pur ringraziando la candidata Maria Vezzolla, i tanti candidati consiglieri della lista ed i cittadini che vorrebbero ma darò una mano esterna: preferisco dedicarmi a collaborare a sviluppare progetti sul turismo della provincia in contatto con l’amico Angelo Berlangieri”. Queste le parole con cui Diego Gambaretto, ex Consigliere comunale, comunica di non candidarsi ad Albisola.

“Stando vicino a lui e studiando sul campo potrò sicuramente riempire le mie lacune – sottolinea Gambaretto – ho dimostrato più volte di avere l’appoggio della gente nel mio territorio e di essere un discreto organizzatore di campagne elettorali ma, in mezzo ad un classe politica in cui mancano le idee, non brillerei certo. Sono molte le cose che apprezzo dell’Assessore: in primis la concretezza e la programmazione. Come ha affermato pubblicamente il suo obiettivo più importante è quello di aver fatto entrare il turismo al centro del dibattito sul sistema economico, coinvolgendo dal basso tutti i soggetti che vi partecipano. Il suo scopo è quello di fare una politica del turismo non dell’assessore di turno, ma del sistema Liguria, perché l’economia ha tempi lunghi. Per questi motivi sono felicissimo di poter iniziare un percorso politico basato sulle cose concrete e sulla programmazione nell’unica attività economica che non si può delocalizzare e che porta nella nostra terra occupazione”.

L’ex Consigliere, poi, si sofferma sulla centralità del turismo e conclude: “Ho sempre pensato che la Liguria ha delle miniere d’oro sul suo territorio e le può sfruttare solo con il turismo: dobbiamo credere di più nel marchio del nostro territorio. In questi anni ho avuto modo di conoscere e collaborare con un tecnico del settore che, per nostra fortuna, è anche amministratore pubblico: mi riferisco ad Angelo Berlangieri, Assessore regionale al Turismo, Cultura e Spettacolo. E’ uno dei pochi politici che non è amante del cemento ed ha il coraggio di dire che, purtroppo, troveranno espedienti per costruire ancora e che il paesaggio è un’opportunità di sviluppo economico. Nella provincia di Savona si registra il 40 % delle presenze turistiche rilevate nella regione Liguria, a cui corrisponde una spesa complessiva destinata a prodotti e servizi di interesse per il turista, recentemente stimata a ben Euro 5,2 miliardi”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.