Rating Confartigianato, le reazioni del mondo politico - IVG.it
Economia

Rating Confartigianato, le reazioni del mondo politico

Liguria. “Aver raggiunto il massimo punteggio è motivo di grande responsabilità, ora inizia il difficile perché bisogna riconfermarsi”. Lo dice l’assessore regionale all’ambiente, Renata Briano nel commentare i risultati del rating di Confartigianato. “Ringrazio Confartigianato per la disponibilità manifestata con il progetto di audit delle carrozzerie, il lavoro svolto con l’associazione è stata una bella scommessa che ha portato ad una fruttuosa collaborazione tra ambiente, formazione e gli artigiani che sono stati supportati nell’applicazione delle norme ambientali, con un duplice vantaggio: facilitare il lavoro agli imprenditori e ridurre l’impatto ambientale sulle loro attività”.

“Ringrazio Confartigianato dell’opportunità che ci dà ogni anno per migliorarci, esprimendo una sua valutazione sul nostro operato, a questo punto dopo le quattro stelle raggiunte ambisco alle cinque stelle e mi darò ancora piu’ da fare”, fa eco l’assessore alle infrastrutture della Regione Liguria, Raffaella Paita. “Non sempre – dice Paita – la lentezza e le lungaggini nella realizzazione delle infrastrutture dipendono dai soggetti pubblici e opere come il ponte di Carasco, in provincia di Genova o il ponte della Colombiera a Sarzana lo dimostrano, perché sono stati gestititi in tempi da record”.

“Sicuramente – ha continuato Paita – il tema della lentezza nella realizzazione delle opere è un problema del Paese, per questo bisogna evitare leggi farraginose ad esempio sull’approvazione del piano di utilizzo delle terre e rocce da scavo che cambia continuamente e non sai con quale strumento legislativo devi lavorare. E poi è importante che i finanziamenti per le opere siano stabili e che siano imposti controlli efficaci non solo agli enti pubblici, ma anche ai soggetti attuatori e non ultimo che gli amministratori si spendano per realizzarle”.

“In un momento storico in cui sembrano prevalere sentimenti contrari alla politica l’analisi precisa realizzata da un’associazione ligure che rappresenta un settore fondamentale per l’economia regionale ha l’indubbio merito di riportare l’attenzione sulla produttività della politica stessa”, è invece il commento di Pippo Rossetti, assessore al bilancio e alla formazione della Regione Liguria. “Fa piacere constatare – continua Rossetti – che l’ampio e costante confronto con Confartigianato abbia consentito di realizzare misure concrete a vantaggio delle microimprese liguri: dalla conferma di risorse per Artigiancassa, vero polmone finanziario del settore, alla valorizzazione dell’apprendistato, quale canale privilegiato d’ingresso in azienda, fino al rilancio degli antichi mestieri”.

“Da parte mia – conclude l’assessore al bilancio – garantisco il massimo impegno fino all’ultimo giorno di mandato per rispondere alle esigenze del mondo economico ligure, tenendo sempre presenti gli hashtag che un’imprenditrice e una studentessa mi hanno lanciato recentemente nel corso di un confronto sul lavoro #sosteneteci #conurgenza”.

I membri del gruppo Genova per Civati commentano con soddisfazione i dati: “Positivo il metodo della rendicontazione che permette di monitorare, passo dopo passo, l’attività reale svolta da chi amministra il territorio, in risposta alle istanze delle piccole imprese regionali su temi come lo sviluppo e la crescita del settore”.

“Il lavoro non è ancora finito – aggiunge Gaggero – c’è ancora un anno alla fine del mandato regionale ed ora più che mai è necessario ribadire l’impegno al dialogo e al confronto per dare risposta alle richieste delle imprese liguri. Su temi come la semplificazione e la trasparenza il nostro gruppo ha già avanzato proposte sulle quali lavoreremo all’interno del partito. Obiettivo: creare un sistema smart, che punti sulla valorizzazione del lavoro di pari passo ad uno sviluppo attento all’ambiente”.

“Il Quarto rating della Regione di Confartigianato è ancora una volta una buona notizia perché rappresenta un buon metodo per fare il punto della situazione e comprendere cosa e come si può continuare a procedere nell’interesse dei territori e delle categorie produttive”, commenta il consigliere regionale di Forza Italia Matteo Rosso. “Raccolgo l’appello lanciato relativamente al lavoro che dovrà essere portato avanti in questo ultimo anno di legislatura: è vero è necessario uno scatto di reni su lavoro e sviluppo soprattutto in una regione come la nostra dove i dati macro economici sono preoccupanti”.

“Devo dire – commenta Marco Melgrati, che ha ottenuto 4 stelle su 5 – che questa valutazione mi inorgoglisce. Vuol dire che Confartigianato ha ben valutato le battaglie che ho portato avanti in questi anni, soprattutto a favore della filiera dell’edilizia, dove sono impegnati numerose categorie di artigiani; dagli edili, ai lattonieri e idraulici, agli elettricisti, ai piastrellisti. Ed è ancora più difficile per chi non fa parte della maggioranza incidere sui processi legislativi; occorre un impegno maggiore per chi si deve guadagnare “sul campo”, emendamento dopo emendamento, ordine del giorno dopo ordine del giorno, lo spazio di intervento”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.