IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra, cantieri ex Rodriquez. La Rsu e il sindaco: “L’accordo trovato è la scelta migliore per i lavoratori” foto

Pietra Ligure. All’indomani della sottoscrizione dell’accordo per i cantieri navali ex Rodriquez di Pietra Ligure, si è tenuto un incontro in Comune, promosso dai lavoratori stessi per rendere nota una precisazione.

incontro cantieri Rodriquez

A far discutere sono state alcune dichiarazioni di Pier Giorgio Pavarino, esponente delle Rsu dei cantieri, che non sono state accettate dalla maggioranza dei lavoratori. Pavarino ha criticato, tra i vari temi toccati, la chiusura definitiva dei cantieri stessi. Pronta la replica dell’amministrazione: “Questo è l’unico strumento per poter garantire la cassa integrazione straordinaria per due anni ai lavoratori”.

Renato Bevilacqua, portavoce delle Rsu dei cantieri ex Rodriquez, questa mattina conferma il dissenso nei confronti delle parole dette dal rappresentante in quota Cisl. “Ha parlato a titolo personale agli organi di stampa – afferma Bevilacqua -, dichiarando che le attività svolte da Comune, Regione e Provincia non sono state sufficienti per mantenere quello che i lavoratori richiedevano, cioè un minimo reddito che ci possa portare alla costruzione del nuovo cantiere navale, sito nel centro di Pietra Ligure, che non è fatto di prati e giardini ma purtroppo è un sito industriale, un ammasso di macerie che ha bisogno di trovare una ricollocazione all’interno della città, per i lavoratori che sono rimasti all’interno di questa azienda. Tramite gli enti pubblici si è portato avanti un discorso di mantenimento di reddito dei lavoratori, seppur minimo, che ci conduca alla costruzione del nuovo cantiere navale”.

Sul fronte del progetto, Bevilacqua dichiara: “Sappiamo dal sindaco che ormai è in via definitiva l’approvazione in Conferenza dei servizi del nuovo sito industriale ed è quello che concerne il corredo di questa operazione. Ci siamo resi conto che l’azienda in questi anni ha fatto un’attività finanziaria e non industriale; ci troviamo a dare sostegno agli enti pubblici e dimostrare con questo che la totalità dei lavoratori accetta, nonostante i sacrifici fatti finora, di poter continuare ancora. Non ci ritroviamo nelle parole del signor Pavarino”.

Luigi De Vincenzi, sindaco di Pietra Ligure, è sulla stessa lunghezza d’onda: “Sono sconcertanti le dichiarazioni di Pavarino, tra l’altro fatte a titolo personale, non condivise della maestranze. Credo che in questa voglia di protagonismo si siano dimenticati dati importanti. Il primo è che questo documento firmato era l’unico strumento per garantire ai lavoratori due anni di cassa integrazione straordinaria”.

“Inoltre – prosegue il primo cittadino -, sono stati attivati i cantieri scuola-lavoro, unici in questo momento in tutta la Regione, finanziati per il 50% dal Comune per tutto l’anno 2014, con possibilità di rinnovo per il 2015, per sostenere il reddito dei lavoratori. Per quanto riguarda l’amianto, a seguito di verifiche richieste dall’amministrazione comunale, verrà completamente smaltito entro il 24 giugno, come prescritto dall’Asl”.

“Il Comune si è impegnato nella concessione demaniale che verrà rilasciata alla società per l’intervento con l’obbligo tassativo della riassunzione di tutti gli operai degli ex Rodriquez nel nuovo cantiere. Tutto ciò sta alla base dell’accordo fatto, firmato da tutti i sindacati provinciali, compreso quello di cui Pavarino fa parte. La sua uscita è strumentale; bisogna essere seri e noi lo abbiamo dimostrato”.

Riguardo alla rimozione dell’ex cantiere, De Vincenzi spiega: “Ormai siamo alla fine, entro fine mese andremo in Consiglio comunale a recepire le osservazioni fatte da Regione e altri enti. Entro il 10 aprile credo possa concludersi la Conferenza deliberante. Ciò sta negli impegni e negli auspici che l’amministrazione comunale si era posta”.

L’accordo raggiunto ieri in Regione prevede la richiesta al Ministero di 24 mesi di cassa integrazione straordinaria, oltre all’apertura di cantieri scuola con alcuni comuni della provincia per tutto il 2014 e all’impegno delle istituzioni locali per ricollocazione i lavoratori nel cantiere navale che sorgerà sulle aree. Domani l’assemblea dei lavoratori si riunità per la ratifica dell’accordo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.