Pallanuoto, World League: Giovanni Bianco vola a Bari per battere il Montenegro - IVG.it

Pallanuoto, World League: Giovanni Bianco vola a Bari per battere il Montenegro

Savona. Dopo la partita vittoriosa con il Bogliasco, arriva un’altra soddisfazione per Giovanni Bianco.

Il giocatore savonese, infatti, dopo l’incontro – scontro con l’avversario del Bogliasco, Camilleri, riceve dal Ct Sandro Campagna la convocazione per il match decisivo di World League.

La Nazionale azzurra martedì a Bari si giocherà, infatti, la qualificazione al turno successivo.

In diretta su Rai Sport 1, Giovanni Bianco e gli altri azzurri dovranno battere la nazionale del Montenegro con almeno di quattro gol per capovolgere l’ 11-8 subito a Kotor il 10 dicembre scorso ed ipotecare la qualificazione alla finale della World League in programma dal 17 al 22 giugno a Dubai.

Se l’Italia vincesse di tre gol diventerebbe risolutiva la migliore differenza reti sulla terza squadra classificata del girone C europeo.

Per l’occasione il cittì della Nazionale Sandro Campagna ha convocato 17 giocatori, che saranno in raduno a Bari da stasera. E, tra questi, ancora una volta c’è Giovanni Bianco.

I convocati

Portieri: Stefano Tempesti (Pro Recco) e Marco Del Lungo (AN Brescia)

Difensori: Giuseppe Valentino e Nicholas Presciutti (AN Brescia), Gianluigi Foglio e Vincenzo Renzuto Iodice (DOOA Posillipo), Niccolò Figari, Andrea Fondelli e Massimo Giacoppo (Pro Recco), Francesco Coppoli (RN Florentia)

Attaccanti: Francesco Di Fulvio (AN Brescia), Alessandro Nora (attaccante), Alex Giorgetti e Pietro Figlioli (Pro Recco)

Centroboa: Fabio Baraldi (CC Napoli), Giovanni Bianco (Carisa Savona), Matteo Aicardi (Pro Recco)

Staff: cittì Sandro Campagna, assistente tecnico Amedeo Pomilio, team manager Francesco Attolico, preparatore atletico Alessandro Amato, medico Giovanni Melchiorri, fisioterapista Paolo Imperatori, psicologa Bruna Rossi, videoanalista Francesco Scannicchio

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.