Inchiesta sulla morte di Nicola Mazza, disposta autopsia. Bardineto in lutto - IVG.it
Cronaca

Inchiesta sulla morte di Nicola Mazza, disposta autopsia. Bardineto in lutto

Bardineto. Inchiesta per la morte di Nicola Mazza, il ragazzo di 28 anni scomparso a Bardineto e trovato cadavere ieri pomeriggio a Toirano, sulla rive del torrente Varatella, nella zona del Salto del Lupo. Dopo i primi accertamenti e riscontri medico legali sul cadavere del 28 enne il pm della Procura di Savona, Chiara Venturi, disporrà l’autopsia sul corpo del giovane, per frugare ogni dubbio sulle cause della morte. L’esame autoptico verrà eseguito sabato presso l’obitorio del cimitero di Zinola a Savona.

Dalla prima ricognizione del cadavere non sono stati individuati segni particolari, lesioni o traumi che possano averne causato il decesso. Si sospetta una morte naturale, probabilmente determinata da una serie di concause dovute ai giorni di allontanamento e fuga nei boschi: malore, freddo, debolezza fisica, con temperature molto rigide nella notte. Probabilmente Nicola Mazza ad un certo punto non ce l’ha più fatta e si è lasciato andare, adagiandosi sotto ad una roccia…Il cadavere è stato trovato da un pescatore, sulla parte rocciosa della riva del torrente, in una posizione “rannicchiata”. Tuttavia sarà l’esame autoptico a chiarire gli ultimi dubbi dell’indagine sulla morte del giovane di Bardineto.

La famiglia del 28enne si è chiusa nel massimo riserbo per il dolore e la disperazione, in attesa di conoscere come sia morto il figlio. Tristezza e sgomento per la tragica fine di Nicola Mazza nella località valbormidese: numerosi i messaggi di cordoglio e vicinanza per il grave lutto che ha colpito Bardineto.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.