Elezioni Albisola, Baccino "scaricato" attacca Tessore: "Meglio stargli lontano" - IVG.it
Politica

Elezioni Albisola, Baccino “scaricato” attacca Tessore: “Meglio stargli lontano”

Carlo Baccino

Albisola Superiore. “Non ho ritirato io la mia candidatura. Mi hanno chiesto di farmi indietro, mi hanno detto che non tutta la coalizione era d’accordo, che qualcuno aveva delle perplessità”. Ci tiene a chiarire come sono andate le cose Carlo Baccino, fino alla scorsa settimana candidato sindaco per il centrosinistra ad Albisola Superiore e improvvisamente “scaricato” dalla coalizione.

“A questo punto non posso che prendere atto e lasciare il campo libero; vorrà dire che tornerò alla vita di tutti i giorni”. Nelle sue parole ci sono amarezza, orgoglio ferito, un po’ più che fastidio. “Mi girano… – ammette candidamente – perché non è il modo di trattare una persona o di esautorarla. Si poteva arrivare allo stesso risultato in modo più corretto. Senza contare che sono loro ad avermi cercato, non io ad essermi proposto; e credo che questo abbia la sua valenza”.

Se tornasse indietro, confessa Baccino, rifiuterebbe fin da subito. “Direi di no non solo per come è andata a finire – attacca – ma anche perché in questo periodo ho conosciuto alcune persone come si deve ed altre dalle quali si sta meglio lontani. Persone che ti dicono le cose in un modo e le pensano in un altro”.

Il bersaglio è netto: il gruppo Tessore. “Mi è stato lasciato intendere che erano loro la parte di coalizione che non aveva più fiducia in me”. Proprio quel Franco Tessore che, non più tardi di ieri, è stato indicato da Diego Gambaretto come unica soluzione credibile per sconfiggere Orsi. “Baccino – aveva detto Gambaretto – non ha la grinta, la passione, la determinazione, la preparazione per vincere la battaglia”.

Un’opinione non condivisa da altre forze dello schieramento, secondo Baccino: “Negli altri partiti, Pd, Sel e Rifondazione, c’è stato chi ha dimostrato molta stima nei miei confronti. Mi hanno detto che, se accettavo di rimanere, sarei stato comunque il loro candidato. Ma non accetterò, ho una dignità”.

Lo scenario ad Albisola si fa ora complicato. Sel si è tirata fuori dalla coalizione a meno di un ripensamento di Baccino; il Pd ha chiesto a Guido di Fabio di candidarsi, ma questi pare intenzionato a rifiutare; Franco Tessore è stato invitato da Gambaretto, come detto, a candidarsi in prima persona, pena la creazione di una lista alternativa da parte dello stesso Gambaretto (che nella scorsa tornata era stato il primatista nelle preferenze).

“Stiamo consegnando il comune a Franco Orsi”, chiude sconsolato Baccino. Lui, l’ex senatore, al momento pedala da solo, facendo il vuoto dietro di sé: un vuoto che, più passano i giorni, più rischia di farsi incolmabile.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.