Cronaca

Crack Savona Calcio, chieste le dimissioni di Martino. Il sindaco lo difende

federico berruti

Savona. L’indagine sul crack del Savona Calcio è stato uno dei temi caldi al centro del Consiglio comunale di oggi pomeriggio. L’inchiesta che vede indagato l’assessore comunale allo sport Luca Martino ha visto l’intervento delle due consigliere di opposizione Daniela Pongiglione (Noi per Savona) e Milena Debenedetti (Movimento 5 Stelle) che hanno chiesto le dimissione dell’esponente di giunta a seguito della fallimentare gestione della società sportiva savonese.

Ha replicato il sindaco Federico Berruti, che ha ancora una volta difeso l’operato dell’assessore Martino: “Questa amministrazione ha collaborato nell’interesse del calcio e dello sport della città”.

“Quando decidemmo di investire un contributo in conto capitale che assunse la forma tecnica di partecipazione al capitale sociale della società calcistica – prosegue – ritenni logico che un amministratore comunale facesse parte del consiglio di amministrazione. L’obiettivo di ciò era unicamente quello di condividere i principali orientamenti in materia sportiva” ha ribadito Berruti.

“Per questo chiesi all’assessore Martino, in qualità di assessore allo sport, di svolgere quel ruolo. Per diligenza di ruolo l’assessore accettò. Parimenti ritenni logico che un professionista di fiducia dell’amministrazione partecipasse al collegio sindacale. Per questo chiesi al ragioniere Mauro Barbero, già membro del collegio dei revisori del Comuna di Savona, di assumere quel ruolo. Per spirito di servizio Barbero accettò”.

“Mi dispiace quindi apprendere che, per avere accettato un ruolo su mia richiesta, Luca e Mauro siano coinvolti in un’indagine che riguarda la società. Ho fiducia nell’autorità giudiziaria e sono sicuro che per entrambi tutto si chiarirà. A loro confermo la mia stima e la mia amicizia”.

La giunta e la maggioranza ha quindi respinto al mittente le richieste di dimissioni, ribadendo piena fiducia all’assessore Martino.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.