Borghetto, un pomeriggio di letture sulle donne “Ferite a morte” in memoria di Stefania Maritano

donne ferite a morte locandina

Borghetto Santo Spirito. Giovedì 6 marzo alle ore 16, presso la Sala Consiliare Stefania Maritano di Piazza Italia, si terrà il reading dal titolo “Io voglio Vivere”, con letture dal libro di Serena Dandini “Ferite a morte”, da parte della Compagnia Teatrale Ingauna “Nouvelle Vague”, diretta da Maddalena Monteriso.

In contemporanea si svolgerà la performance proposta dall’artista Giovanna Monteriso, che proporrà un’installazione di “Scarpette rosse”, create con l’antica tecnica della carta fatta a mano, secondo la pluricentenaria tradizione di Fabriano.

“Ferite a morte”, scritto da Serena Dandini nel 2013, nasce dal desiderio di raccontare le vittime di femminicidio. Scrive l’autrice: “Ho letto decine di storie vere e ho immaginato un paradiso popolato di queste donne e dalla loro energia vitale”.

Con questa giornata si vuole ricordare il vice sindaco Stefania Maritano, scomparsa tragicamente l’11 ottobre 2013: una donna dotata di una grande energia, aperta al confronto, disponibile all’ascolto, impegnata a favore dei bisognosi.

“Questo evento organizzato in occasione della “Festa della Donna” è stato da noi voluto per ricordare Stefania Maritano, come donna, lavoratrice e persona a servizio della comunità – ha ricordato il vice sindaco ed assessore alla Cultura, Maria Grazia Oliva – La giornata non vuole essere un momento di commemorazione, ma piuttosto un’occasione per celebrare l’impegno, la forza e la tenacia delle donne e per riflettere sull’importanza della libertà e del rispetto dell’essere umano”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.