Cronaca

Violenza all’Alberghiero, lo sfogo di un professore: “Nessuna omertà a scuola, giusto tutelare i ragazzi”

alberghiero finale

Finale L. Sulla violenza all’Alberghiero di Finale continuano a rincorrersi voci e commenti, in particolare sulla rete e su Facebook, ognuno dice la sua nonostante il tentativo del preside di tenere lontano i ragazzi della scuola da una vicenda alla ribalta della cronaca nazionale. Gli inquirenti sono al lavoro per completare il quadro investigativo, con testimonianze e riscontri sui messaggi telefonici della ragazza e dei quattro studenti coinvolti. Intanto si attendono nei prossimi giorni altri interrogatori sul fronte giudiziario.

Oggi, a rompere il silenzio, è uno dei professori dell’Istituto Alberghiero finalese, che vuole restare anonimo (considerata la delicatezza del caso) e che spiega: “Sul fatto dello spogliatoio è giusto attendere l’esito delle indagini, anche se l’episodio è stato sicuramente gonfiato e ingigantito dai media. Aspettiamo gli accertamenti investigativi, così come è gusto da parte della scuola tutelare tanto i ragazzi coinvolti nella vicenda così come gli altri studenti della scuola da questa enorme pressione mediatica alla quale non siamo certo abituati”.

“Quello che posso confermare è che tra i docenti, fino all’episodio dello spogliatoio, non si è mai sentito parlare di molestie o pesanti palpeggiamenti subiti da alcuna ragazza; certamente, in caso contrario, la scuola se ne sarebbe accorta…Non è giusto attribuire omertà o silenzio su fatti dei quali non si è mai stati a conoscenza” conclude il docente dell’Alberghiero finalese.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.