Cronaca

Violenza all’alberghiero di Finale, torna in libertà uno degli studenti: il Riesame accoglie il ricorso

tribunale minori di genova

Genova. Torna in libertà uno dei quattro studenti dell’alberghiero “Migliorini” di Finale arrestato con l’accusa di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una compagna di classe di 16 anni. Il Tribunale del Riesame ha infatti accolto il ricorso presentato dal legale del ragazzo, l’avvocato Rocco Varaglioti, che chiedeva la revoca della misura cautelare. Una richiesta accolta in pieno dai giudici del tribunale per minorenni di Genova che hanno infatti revocato in maniera completa la misura cautelare del collocamento in comunità.

“A dimostrazione dell’irragionevolezza dell’ordinanza restrittiva del gip, è stata ordinata l’immediata liberazione del ragazzo, senza l’applicazione di alcuna altra misura. Al più presto potrà dunque tornare a casa” precisa l’avvocato Varaglioti che aggiunge: “Questo provvedimento riporta un po’ di sensatezza a tale procedimento, dopo che un eccessivo clamore mediatico ha inciso – certamente solo in maniera negativa per gli indagati – nel mantenere una misura cautelare anche in mancanza dei seppur minimi presupposti che devono essere alla base di una restrizione della propria libertà personale. A maggior ragione se si considera la giovanissima età degli indagati e l’incensuratezza del mio assistito”.

Secondo l’accusa della sedicenne, i compagni l’avrebbero aggredita il 31 gennaio scorso nello spogliatoio, ma quello sarebbe stato solo l’ultimo di una serie di episodi di molestie: da settimane infatti lei sarebbe stata vittima di “attenzioni particolari” da parte degli indagati che, in diverse occasioni, l’avrebbero palpeggiata sul seno e sul sedere.

Abusi, avvenuti sempre a scuola durante i momenti di assenza degli insegnanti, che la giovane avrebbe subito in silenzio, senza raccontare né ai professori né a casa quello che stava succedendo. Fino all’episodio dello spogliatoio dopo il quale si era decisa a raccontare tutto.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.