Cronaca

Violenza alberghiero Finale, i rappresentanti degli studenti: “Non siamo un covo di delinquenti, da qui tante eccellenze”

studenti alberghiero finale

Finale Ligure. Dopo il silenzio imposto ieri ai ragazzi dell’Istituto Alberghiero “Migliorini” di Finale Ligure (un silenzio volto a tutelare le varie parti in causa, ma che da più parti è stato violato), i rappresentanti degli studenti hanno deciso di prendere posizione in modo ufficiale: non tanto sull’episodio in sé della presunta violenza ai danni di una giovane alunna, quanto sull’immagine degli studenti in generale che è emersa in questi giorni sui media.

“Le notizie riportate dai mezzi di comunicazione parlano del nostro istituto come di un “covo di ragazzetti delinquenti”, generalizzando e infangando oltre alla reputazione di tanti studenti seri e impegnati a scuola e nel sociale, anche quella di docenti, aiutanti tecnici e collaboratori – è la difesa dei rappresentanti degli studenti – Desideriamo prendere le distanza da queste accuse infamanti che non riflettono la realtà in quanto i professori si dimostrano in ogni occasione disponibili, competenti e attenti in ogni attività”.

I ragazzi si tengono fuori dal merito della questione: “Non abbiamo intenzione di accusare o difendere nessuno, lasciando la vicenda in mano alla giustizia; il nostro scopo è solamente difendere il nome del nostro Istituto che, come recentemente riportato, produce eccellenze “stellate” come Massimiliano Torterolo, riscattando così la professionalità di tutti i docenti”.

“Ci aspettiamo una rapida risoluzione della vicenda da parte della magistratura che consenta di far tornare alla normalità una scuola in cui si studia, si cresce e si impara”, concludono i rappresentanti degli studenti Serena Carlini Dabove, Mario Molinari, Annalisa Dogali e Simone Suzzarello.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.