Politica

Segreteria Pd, Lunardon: “Con Gaggero molte affinità, ma non farò il mercante”

Giovanni Lunardon - vicesegretario regionale PD

Liguria. “Non ho intenzione di fare mercanteggiamenti. In assemblea presenterò le mie proposte, rivolgendomi a tutti i delegati e in particolare a chi ha sostenuto Stefano Gaggero, a partire da molte consonanze che abbiamo verificato nel corso di questa campagna. Sono convinto che prevarrà la volontà di aprire un nuovo corso nella nostra Regione”. Queste le parole di Giovanni Lunardon, che si prepara al ballottaggio di sabato prossimo a Genova quando l’assemblea regionale Pd deciderà chi eleggere segretario tra lo stesso Lunardon, 119 delegati ottenuti alle primarie, e il candidato renziano Alessio Cavarra con 110. Decisivi i 21 delegati del civatiano Stefano Gaggero, ago della bilancia.

“Sono avanti sui delegati, che è la cosa decisiva, – sottolinea Lunardon – visto che i voti assoluti servono ad eleggere i delegati, che a loro volta esprimono il peso dei territori in base alla popolazione e ai voti presi alle politiche”.

“Sento su questo punto polemiche inspiegabili visto che le regole sono sempre queste dall’origine del Pd e che sono state pensate per evitare che una vittoria molto localizzata alteri l’andamento del voto in tutta la regione. Ma si sa il nervosismo è una brutta bestia. Ora deciderà l’assemblea”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.