IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il maestro Giovanni Poggi ricevuto a Copenaghen dalla Principessa Mary nel centenario della nascita di Asger Jorn

Albissola M. Importante riconoscimento per il maestro e ceramista albissolese Giovanni Poggi che è stato ricevuto ufficialmente a Copenaghen dalla Pricipessa ereditaria Mary in occasione delle celebrazioni del centenario della nascita dell’artista Asger Jorn. Poggi – accompagnato dal fratello Piero e dalla cognata Silvana Priametto – ha partecipato alla prima proiezione del film dedicato a Asger Jorn.

La pellicola è stata realizzata dalla troupe televisiva della Nordisk film e girata lo scorso anno anche a Albisola, presso le Ceramiche San Giorgio dove l’artista danese ha lavorato per 15 anni realizzando tra l’altro il grande pannello di Aarhus e quello di Randers. La cerimonia alla quale Poggi ha partecipato si è tenuta a Copenaghen presso lo Statens Museum for Kunst (Museo di Arte) alla presenza di numerose Autorità.

Ecco le parole di Giovanni Poggi per la Principessa Mary: “E’ un privilegio e un grande onore per me poterla incontrare di persona a Copenaghen in occasione della prima proiezione del film su Asger Jorn. Per poter essere presente alle celebrazioni dedicate al grande maestro danese ho fatto un lunghissimo viaggio in treno (l’aereo non lo prendo perché ho paura di volare) con la consapevolezza che a volte le ragioni del cuore superano quelle della mente. Infatti per me Jorn non è stato solo uno dei massimi esponenti dell’arte del Novecento ma anche un amico fraterno con il quale ho condiviso esperienze indimenticabili”.

“A Albisola – nella mia manifattura – la San Giorgio Jorn ha realizzato il pannello per Aarhus, allora considerato la più grande opera in ceramica del mondo e poi quello di Randers. Poter toccare di nuovo con mano questi importanti lavori sarà un’emozione forte e sono certo che mi commuoverò fino alle lacrime. Jorn – che ha lavorato da me per quindici anni – ha definito la San Giorgio ‘la fabbrica dei sogni’, il luogo magico dove tutto prendeva forma e diventava realtà. In questa circostanza anche io oggi continuo a sognare insieme al mio amico Jorn. Grazie” ha concluso Poggi.

Poggi è discendente di un’antica famiglia di vasai albisoles. Nel 1954, inizia la sua carriera come torniante presso la manifattura per la produzione di ceramiche artistiche “C.A.S.” di Santa Margherita Ligure. Quattro anni dopo, assieme a Mario Pastorino ed Eliseo Salino, fonda la manifattura San Giorgio, così denominata perché inaugurata nella ricorrenza del Santo. Da quel giorno lo studio di Poggi ha ospitato numerosi artisti italiani da Lucio Fontana, a Milena Milani, Aligi Sassu, Sandro Cerchi, Gianni Dova, Giannetto Fieschi, Mario Rossello, Agenore Fabbri.

Nell’ambito internazionale vanno ricordati il danese Asger Jorn, che nel 1959, realizzerà con l’aiuto di tutti i collaboratori della fabbrica, un grande pannello ad altorilievo per lo Staadtgymnasium di Aahrus e il cubano Wifredo Lam, portatore di correnti surrealiste mediante il suo incontaminato universo creativo. Ancora oggi nella sua manifattura si avvicendano artisti italiani e stranieri, mantenendone l’alto livello culturale ed artistico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.