Confermata in Appello la condanna per peculato all'avvocato Cinzia Borgna - IVG.it
Cronaca

Confermata in Appello la condanna per peculato all’avvocato Cinzia Borgna

avvocato Cinzia Borgna

Genova. La Corte d’Appello di Genova, ieri mattina, ha confermato la condanna a tre anni e cinque mesi di reclusione inflitta nel maggio 2012 dal tribunale di Chiavari all’avvocato savonese Cinzia Borgna, residente a Cengio ma iscritta nel Foro di Genova. Il legale era accusata di peculato per essersi appropriata tra il 2003 e il 2005, mentre era amministratore di sostegno di una novantenne di Chiavari, di alcune migliaia di euro del patrimonio dell’anziana.

Il pubblico ministero aveva chiesto l’assoluzione dell’avvocatessa, che era difesa dal collega Andrea Vernazza. Già nel presentare l’appello, il difensore aveva ribadito che “la maggior parte delle accuse nei confronti di Cinzia Borgna, quella di aver sottratto all’anziana 77 mila euro, erano cadute e che la collega era stata sostanzialmente scagionata”.

A Savona l’avvocato Borgna è sotto processo (ed era stata anche arrestata, nel maggio dell’anno scorso, rimanendo in carcere per 15 giorni) per una vicenda analoga. L’accusa è di aver sottratto 750 mila euro dal patrimonio di due anziani, con spese e acquisti non giustificati. Nel mirino della Procura di Savona erano poi finite anche le altre amministrazioni di sostegno gestite dall’avvocato Borgna.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.