Bardineto, scomparso di nuovo il 28enne Nicola Mazza: ora il nemico è il freddo - IVG.it
Cronaca

Bardineto, scomparso di nuovo il 28enne Nicola Mazza: ora il nemico è il freddo

Bardineto. E’ nuovamente scomparso Nicola Mazza, il 28enne di Bardineto che si era già assentato dalla propria abitazione lo scorso 7 gennaio e si era fatto volutamente ritrovare il 1 febbraio, quando aveva telefonato ai genitori da Toirano chiedendo loro di andarlo a prendere.

Il ragazzo è scomparso da casa domenica. Di lui si stanno occupando i carabinieri che hanno attivato le ricerche avvisando tutto gli addetti ai lavori: sul posto Vigili del Fuoco con le unità cinofile, Soccorso Alpino, Corpo Forestale, Protezione Civile, Croce Rossa e alcuni volontari e cacciatori locali.

Il soccorso alpino ha installato il campo base presso il cimitero di Bardineto, a 100 metri dall’abitazione del ragazzo. Sette squadre sono all’opera in zona, si batte soprattutto un sentiero che è plausibile il ragazzo abbia imboccato, che dalla casa parte verso la riviera. Il problema ora è il meteo: il clima in zona sta peggiorando, fa freddo e l’abbigliamento del ragazzo non è assolutamente adeguato alle condizioni che lo aspettano nelle prossime ore (di notte si raggiungono i 6 gradi sotto zero). Le ricerche continueranno senza sosta per tutta la notte.

Chi conosce Nicola lo descrive come un tipo cordiale, ben voluto da tutti, ma piuttosto timido, perfino schivo. Il 28enne, originario del Brasile, è stato adottato quando era piccolissimo e ha vissuto sempre nella sua Bardineto. E’ di corporatura normale, alto 173 cm, occhi neri, capelli neri.

Un’altra scomparsa, l’ennesima di questi due mesi, in una Liguria che sembra inghiottire vite senza darne poi più notizia: si pensi solo al caso di Frigentina Del Rosario Picariello, che dai primi di febbraio ha fatto perdere le sue tracce dalle alture di Vendone, o alla storia di Marisa Comessatti che ha lasciato la sua casa di Laigueglia senza dare più notizie di sé.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.