Sport

Savona calcio, ridotta a tre giornate la squalifica di Corda: “E’ stata fatta parzialmente giustizia”

Savona - Feralpisalò 2013

Savona. La Corte di Giustizia federale accoglie parzialmente il ricorso presentato dal Savona calcio avverso la squalifica di quattro giornate inflitta al tecnico biancoblù Ninni Corda e riduce a tre i turni di stop.

L’allenatore sardo era stato allontanato dal campo nell’ultimo match del 2013 contro il Lumezzane disputato sabato 21 dicembre.

Ninni Corda, quindi, dovrà saltare, dopo la vittoriosa trasferta con l’Albinoleffe, anche l’esordio nel 2014 al “Bacigalupo” contro il Pavia e la successiva trasferta contro la Pro Patria.

Potrà tornare ad occupare il suo posto in panchina “solo” il 26 gennaio quando al “Bacigalupo” arriverà la Cremonese di Torrente: saranno passati 35 giorni dall’ultima volta a bordo campo.

L’allenatore dei biancoblù nei giorni scorsi aveva dichiarato di augurarsi una riduzione di due giornate ma la prende con filosofia: “E’ una squalifica che rimane pesante – ammette – E’ stata fatta parzialmente giustizia.

Rientrerò contro la Cremonese, una delle corazzate che nel mercato di dicembre si stanno rinforzando molto.

Il girone di ritorno sarà durissimo. Mercato? Abbiamo preso Pani – oggi a segno nella partitella in famiglia – e arriveranno ancora almeno 4/5 giocatore per sostituire i partenti Puccio, Spirito e Esposito”, conclude il tecnico.

Il dispositivo della Corte Federale

Corte di Giustizia Federale IIa SEZIONE L.I.C.P.

RICORSO SIG. NINNI CORDA AVVERSO LA SANZIONE DELLA SQUALIFICA PER

Giornate effettive di gara inflittagli seguito gara Lumezzane – Savona del 21.12.2013 (Delibera del Giudice Sportivo presso la Lega Italiana Calcio Professionistico – Com. Uff. n. 84/DIV del 23.12.2013)

La C.G.F. in parziale accoglimento del ricorso come sopra proposto dal sig. Ninni Corda, riduce la sanzione della squalifica inflittagli a 3 giornate effettive di gara. Dispone restituirsi la tassa reclamo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.