Pietra Ligure, Carla Mattea all'attacco del vice sindaco Valeriani: "La sua è tutto tranne che una lista civica" - IVG.it
Politica

Pietra Ligure, Carla Mattea all’attacco del vice sindaco Valeriani: “La sua è tutto tranne che una lista civica”

Carla Mattea

Pietra Ligure. Dopo le recenti dichiarazioni dell’assessore Mario Carrara contro la lista del vicesindaco Avio Valeriani, interviene nella discussione Carla Mattea, candidato sindaco della lista “CentoXCento Pietra”.

Lo fa schierandosi con Carrara: “La lista del vice sindaco tutto si può considerare tranne che civica. Una lista è civica se si presenta alla prova elettorale senza essere espressione, anche parziale, di un partito politico nazionale; una vera lista civica ha candidati che sono dei delegati al servizio dei cittadini e non rappresentanti dei partiti”.

“Da ciò si può facilmente dedurre – aggiunge – che se Valeriani si candida solo con una lista civica allora non si può candidare. Noi crediamo che ci voglia onestà intellettuale e correttezza politica nei confronti dei cittadini elettori i quali, già afflitti dalla crisi economica determinata da chi ci governa, non hanno alcuna voglia di farsi prendere per il naso. E’ palese l’appartenenza e il tesseramento al Pd di molti dei suoi candidati, non è certo un reato, anzi chi ha un proprio credo politico non dovrebbe nasconderlo, ma andarne fiero”.

Secondo la Mattea la lista Valeriani avrebbe anima Pd ma ammiccherebbe anche a Lega Nord e Forza Italia: “E’ noto l’accordo con le ‘camicie verdi’ e forse, Biasotti permettendo, con il futuro Priore delle Cappe Turchine di Loano – chiaro il riferimento al presidente della Provincia Angelo Vaccarezza – Si vuole a tutti i costi far passare il messaggio che la lista Valeriani è “trasversale”, che è costituita da anime diverse, eterogenee che si uniscono per il bene di Pietra, in modo tale che i partiti ne escano vincitori, che possano bearsi delle loro fosche strategie e dire ‘abbiamo vinto le elezioni’. Ma siamo onesti, non ci crede nessuno”.

Carla Mattea ne ha anche per la sua ex squadra: “La Lega Nord ormai allo sbando, contagiata dalla politica della poltrona, pur di restare a galla fa la parte del migrante, chiedendo salvezza al Pd e a Valeriani, che peraltro ha sempre guardato alla Lega con disprezzo”.

Il Sindaco De Vincenzi, secondo l’ex assessore provinciale, ha ben operato. “Nei suoi 10 anni di mandato ha avuto la capacità di compattare i componenti della sua maggioranza con carattere e determinazione – dice – doti non comuni e che difficilmente potranno essere lasciate in eredità a chi ritiene essere suo naturale successore”.

Per questo la sua lista civica, dice, è sempre stata disponibile ad una collaborazione e ad un condivisione del programma con le restanti forze facenti capo al pensiero moderato. “Compreso il Polo di Centro destra per Pietra – è l’apertura – abbiamo la presunzione di ritenerci persone serie, credibili e con curriculum di tutto rispetto. Lo dimostra il fatto che oltre 500 sono i sostenitori iscritti a CentoxCento Pietra, segno che ci fa ben sperare e ci induce a proseguire su questa strada. Ci vogliamo presentare agli elettori con semplicità,trasparenza e tanta voglia di fare e di aggregare ma, viste le non facili difficoltà da superare, lasciamo libertà di procedere a chi già nel 1994 volle a tutti i costi assumere il ruolo di kamikaze e ancora oggi, a distanza di 20 anni, lo vuol portare avanti”, conclude la candidata.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.