IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inchiesta su treno deragliato, consulenza del pm in tempi rapidi: va fatta prima della rimozione del convoglio

Andora. Tempi brevissimi. Sono quelli che la Procura di Savona si sta imponendo in relazione all’inchiesta sul treno deragliato ad Andora. Entro la prossima settimana il Procuratore Francantonio Granero nominerà il consulente che si occuperà dei rilevamenti nella zona dell’incidente e, dopo lo studio del caso, consegnerà la sua relazione ai magistrati.

Da Palazzo di giustizia è anche trapelato che la consulenza avverrà con modalità simili a quelle di una perizia svolta con incidente probatorio: il tecnico nominato dalla pm potrà essere affiancato da consulenti di parte, nominati dai difensori dell’indagato (finora l’unico nome finito sul fascicolo è quello del geometra Roberto Salta) oppure dai legali di eventuali parti offese interessate a partecipare. I tempi per svolgere l’esame sono stretti anche perché questo va svolto prima che si modifichi lo stato dei luoghi e, di conseguenza, prima che comincino le operazioni per rimuovere il convoglio deragliato.

Proprio per svolgere tutti gli accertamenti utili all’indagine dalla Procura di Savona tutte le forze disponibili nell’ufficio, che abbiano “confidenza” con problematiche ambientali ed urbanistiche, vengono impiegate sull’inchiesta del deragliamento dell’Intercity causato da una frana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.