Calcio femminile, il Vado vince il 'Memorial' Ambrogio e mister Piccardo fa un primo bilancio della stagione: "C'è da lavorare" - IVG.it

Calcio femminile, il Vado vince il ‘Memorial’ Ambrogio e mister Piccardo fa un primo bilancio della stagione: “C’è da lavorare”

Varie sport 2013

Vado L. La prima squadra del Vado F.C. 1913 guidata dal tecnico Giovanni Piccardo e rinforzata da molte giocatrice della juniores, si è aggiudica nettamente il “Memorial” Michela Ambrogio.

Il torneo, organizzato dalla U.S.D. Givolettese in memoria di Michela Ambrogio, giocatrice della società organizzatrice,  si è svolto nello scorso week end nella cittadina piemontese.

Le rossoblù hanno avuto la meglio in semifinale sul Luserna S. Giovanni Primavera con un netto 4 a 1: le reti portano la firma di Mazzocca (2) Stevanin e Manuelli.

In finale, le ragazze di Piccardo hanno sconfitto, invece, il Musiello Saluzzo Primavera per 3-0  grazie alle reti di Mazzocca, Levratto, Gazzano.

“E’ tempo di primi bilanci per il settore rosa del Vado”, commenta Piccardo, allenatore della prima squadra e responsabile del settore femminile.

“Le attività post natalizie sono riprese, anche se la prima squadra, in realtà non si è mai fermata.

Sono contento per la vittoria in questo torneo in vista della ripartenza del campionato per la prima squadra”.

Il Progetto Giovani Vado, infatti, tornerà in campo domenica per il derby di ritorno con l’Albenga, l’altra squadra savonese iscritta alla competizione: “Il girone di andata dei quattro campionati a cui siamo iscritti non ci sta riservando le soddisfazioni che avremmo meritato complice anche un pizzico di sfortuna”, ammette Piccardo.

“La nostra formazione under 14, attualmente in coda alla classifica, con l’inserimento della guida di mister Croce sta facendo ottimi passi avanti dal punto di vista tecnico.

C’è molto da lavorare ma anche grazie all’impegno delle ragazze i miglioramenti iniziano a essere visibili.

La nostra Juniores, invece, sta patendo un cambio generazionale forte; l’età media più bassa ha sfavorito in termini di esperienza il nostro team che molto spesso ha faticato nell’approccio al match, la squadra è cosi a metà classifica.

Mister Napoli sta facendo un grande lavoro soprattutto sulla tecnica di base e sta dando una fisionomia ben precisa alla squadra: sapevamo che sarebbe stato un anno di transizione per le giovani ma l’amalgama sta migliorando, si nota ad ogni allenamento”, commena il dirigente.

Passando dal calcio a 11 a quello a 7, il dirigente – allenatore commenta così l’andamento delle proprie ragazze: “Dopo un avvio super che ha portata la squadra al terzo posto nella serie A amatoriale Uisp ha subito qualche infortunio di troppo ed è scivolata al settimo posto. C’è tempo per recuperare, soprattutto sotto l’aspetto emotivo.

Per quanto riguarda la prima squadra, parto con un’autocritica forte – riconosce con onestà mister Giovanni Piccardo – Io dovevo fare qualcosa di più.

La squadra è ben assortita, non abbiamo individualità preponderanti ma è un gran gruppo con molti elementi nuovi. Abbiamo faticato soprattutto all’inizio, ma credo che il lavoro stia portando ad un miglioramento che potremmo vedere i prossimi mesi. Oggettivamente non so dove potremmo arrivare”, conclude Piccardo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.