IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Senegalese arrestato per violenza sessuale a Cairo, potrebbe esserci infermità mentale: chiesta perizia

Savona. Nuova udienza questa mattina del processo per violenza sessuale che vede a giudizio un cittadino senegalese di 40 anni arrestato lo scorso 19 novembre a Cairo. Il Collegio del tribunale stamattina ha scelto di nominare un consulente (domani è fissato il giuramento) che effettuerà una perizia psichiatrica sull’imputato.

Secondo l’accusa il quarantenne ha avvicinato una donna in piazza della Vittoria e, palpeggiandola, aveva tentato una violenza. Una ricostruzione che già durante la prima udienza del processo era stata ridimensionata: l’uomo avrebbe infatti “simulato” il gesto dell’atto sessuale contro la donna, ma senza tentare di toglierle i vestiti. Una “mossa” comunque molesta e grave nei confronti della donna, che gli era costata l’arresto e l’accusa di violenza sessuale. Adesso toccherà alla perizia stabilire se il senegalese, che è assistito dall’avvocato Francesca Aschero, fosse capace di intendere e volere al momento del gesto e se sia imputabile o meno.

Sembra infatti che lo strano comportamento dell’uomo sia dovuto ad alcuni disturbi dei quali soffre da tempo. Per il quarantenne, che è stato scarcerato con l’obbligo di dimora a Cairo ed il divieto di uscire in orari notturni, potrebbe anche essere dichiarata l’infermità mentale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ermes
    Scritto da Ermes

    Ma dai le donne denunciano gli ex che le perseguitano e per farli smettere si attende che le ammazzino, figuratevi se questo lo mettono in galera, anzi si prenderà un premio e il sussidio da esule politico.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.