Cronaca

Pistola con matricola abrasa sequestrata dai carabinieri, giovedì l’interrogatorio del 20enne albanese

Pistola con matricola abrasa sequestrata dai carabinieri di Millesimo

Millesimo. I carabinieri della stazione di Millesimo hanno sequestrato una pistola calibro 6.35, con un caricatore e quattro proiettili. L’arma è stata gettata nel greto del torrente Bormida da un ventenne albanese, J.S., che è stato poi arrestato per possesso illegale di armi da fuoco e ricettazione.

I carabinieri l’hanno quindi recuperata e sequestrata. La particolarità è che la pistola risulta avere la matricola abrasa, segno che potrebbe essere stata utilizzata per compiere reati. In ogni caso si tratta di un’arma clandestina.

“Saranno necessari specifici accertamenti tecnici per risalire alla sua provenienza” spiegano i militari della Compagnia cairese dell’Arma. Nel corso della giornata di ieri i carabinieri hanno svolto altri controlli e perquisizioni nei confronti di alcuni conoscenti del 20enne, senza esito.

Intanto, per giovedì prossimo è stato fissato l’interrogatorio di garanzia del 20enne albanese, pregiudicato, tratto in arresto dai carabinieri: verrà sentito dal gip del Tribunale di Savona Donatella Aschero. Ora si trova rinchiuso nel carcere di Savona.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.