Politica

Consiglio nazionale all’insegna dello scontro, ma il Pdl savonese prova a ricompattarsi attorno a Scajola

pdl

Savona. Sono in viaggio verso Roma i delegati savonesi del Pdl in vista del Consiglio nazionale di domani che dovrebbe sancire il ritorno del partito a Forza Italia, in un clima di assoluto scontro tra la linea del presidente Silvio Berlusconi e del segretario Angelino Alfano.

Per il savonese prenderanno parte al Consiglio il segretario provinciale Andrea Valle, il capo gruppo Pdl in Consiglio provinciale Luca Lettieri, l’assessore provinciale Piero Santi, il vice capo gruppo in Consiglio provinciale Fiorenzo Ghiso ed Angelo Vaccarezza, oltre ai consiglieri regionali Marco Melgrati e Roberta Gasco, tutti compatti sulla mozione di Claudio Scajola (che rappresenta la linea del presidente Berlusconi) che in Liguria ha ottenuto la maggioranza, 20 su 27 delegati che prenderanno parte al Consiglio. I minassiani, la corrente ligure legata ad Eugenio Minasso e agli ex An, dovrebbe invece sostenere la linea filo-governativa del segretario Alfano.

“Un momento delicato per il partito – ammette il segretario savonese Andrea Valle -. Speriamo che con il ritorno in prima linea di Claudio Scajola il partito possa ritrovare unità in Liguria e nel savonese, anche in vista delle prossime elezioni amministrative, risolvendo i nodi su gestione e organizzazione rimasti irrisolti da troppo tempo. Speriamo che le istanze e le richieste del territorio e degli amministratori locali del Pdl possano trovare finalmente riscontro” conclude il segretario Valle.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.