Cronaca

Ceriale, litiga con la collega per la “piazzola” e le spruzza spray urticante: lucciola condannata

Prostituzione

Ceriale. Tecnicamente si può parlare di una lite sul luogo di lavoro, ma, visto il contesto, questa vicenda finisce per essere decisamente particolare. A litigare furiosamente, nel giugno del 2012, erano state due lucciole che si contendevano la parte di Aurelia dove attendere i clienti. Una discussione che ha finito per avere anche un risvolto penale con una venticinquenne moldava, Alina T., condannata a tre mesi di reclusione per gli insulti e le lesioni provocate alla rivale.

Secondo l’accusa, quella sera, l’imputata era arrivata sul lavoro ed aveva trovato una collega romena di 36 anni in cerca di clienti.

“Vattena via, chiamo i miei amici albanesi” sarebbero state le parole usate dalla moldava per convincere l’altra donna ad andarsene. La trentenne romena però non aveva accennato a spostarsi. A quel punto era nato un acceso diverbio durante il quale Alina T. aveva spruzzato uno spray urticante contro l’altra lucciola che, medicata in ospedale, era stata dimessa con 7 giorni di prognosi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.