Tirreno Power: prosegue l'indagine per omicidio colposo e disastro ambientale - IVG.it
Cronaca

Tirreno Power: prosegue l’indagine per omicidio colposo e disastro ambientale

Vado L. Mentre si è in attesa degli sviluppi nel primo filone di indagine della Procura di Savona sulla centrale Tirreno Power (si indaga contro ignoti per il reato di omicidio colposo plurimo), novità potrebbero arrivare a breve anche nell’ambito del secondo filone investigativo aperto dall’autorità giudiziaria savonese che riguarda eventuali ipotesi di inquinamento ambientale di aria e acqua: per la Procura sarebbe stato accertato il reato di disastro ambientale, dopo le nuove perizie depositate a Palazzo di Giustizia su qualità dell’aria e dati ambientali.

Su entrambi i fronti delle inchieste giudiziarie, comunque, ancora massimo riserbo da parte degli organi inquirenti che proseguono il lavoro di indagine attraverso un confronto quasi quotidiano con i consulenti tecnici ed il pool di esperti nominati per far luce su eventuali responsabilità o negligenze che hanno provocato l’aumento di malattie oncologiche e del tasso di mortalità nell’area di Vado e Quiliano, valutandone l’incidenza anche sotto il profilo temporale.

L’attività investigativa prosegue a ritmo serrato scandagliando i riscontri relativi alle analisi peritali a livello epidemiologico, su qualità dell’aria e possibile danno ambientale prodotto dalla centrale vadese. Dalla Procura, al momento, nessuna conferma sulla tempistica per la conclusione delle indagini.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.