Cronaca

Savona, la piscina di corso Colombo nel mirino della Procura: accertamenti su lavori e gestione

Piscina Zanelli

Savona. La piscina di corso Colombo a Savona finisce nel mirino della Procura. A palazzo di giustizia è stato infatti aperto un “modello 45” (il fascicolo per “fatti e notizie non costituenti reato”) per fare luce sulla gestione dell’impianto affidata dall’amministrazione comunale alla società sportiva Rari Nantes. A dare il la all’inchiesta è stato un esposto presentato in Procura dalla Christian Abbondanza, il volto della Casa della Legalità.

Dopo aver ricevuto i documenti, gli uomini della polizia giudiziaria, su input del procuratore Granero, hanno iniziato una serie di accertamenti sulla piscina coperta. Nel mirino sarebbero finiti sia gli studi per la realizzazione dell’impianto che la convenzione che lo ha affidato alla Rari, ma, più in generale, tutti gli aspetti che ruotano intorno ai lavori sulla piscina e la sua attuale gestione.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.