IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Viaggio in bici attraverso l’Italia: tornano alla base il millesimese Santino Mellogno ed il cengese Leo Cavazzi

Più informazioni su

Millesimo. Sono arrivati oggi a Millesimo, accolti dalla popolazione e dai sindaci Mauro Righello e Sergio Marenco, la coppia di ciclisti il milllesimese Santino Mellogno ed il cengese Leo Cavazzi, che hanno compiuto una nuova impresa ciclistica che ha visto partire i due viaggiatori a due ruote per scopi benefici il 17 agosto da Millesimo per portare un riconoscimento simbolico agli atleti paralimpici che nel corso delle Olimpiadi del 2012 non hanno ricevuto premi per le loro prestazioni, toccando una lunga serie di località italiane sino a Roma, dove sono stati ricevuti in Campidoglio, percorrendo oltre 2.400 km.

Lo scorso anno l’impresa ciclistica di solidarietà compiuta da Santino Mellogno in coppia con Franco Pastorino, balzò all’onore delle cronache nazionali. Infatti, i due valbormidesi, che pedalarono per 600 km, da Millesimo a Roma, per raccogliere fondi a favore di Angelo Licheri – “l’angelo di Vermicino” – il tipografo sardo che, il 12 giugno 1981 mise a repentaglio la sua stessa vita nel tentativo purtroppo rivelatosi vano di salvare Alfredino Rampi, il bambino caduto in un pozzo a Vermicino a sud di Roma. Il comune di Millesimo attribuì ai due ciclisti uno speciale riconoscimento per l’impresa in occasione della ricorrenza della fondazione di Millesimo e dell’assegnazione del Premio Enrico II Del Carretto.

L’impresa di quest’anno ha visto impegnati i due valbormidesi Mellogno e Cavazzi, che non sono nuovi ad iniziative di solidarietà di questo genere infatti, nei loro diari sono scritte numerose imprese tra le quali il giro d’Italia in occasione dei festeggiamenti per l’Unità, con tanto di interviste ai cittadini sui temi storici del 150° anniversario, la raccolta fondi per un paese africano, percorrendo il tratto Cengio – Capo Nord su di un trattore con un amico e la raccolta a favore dei terremotati d’Abruzzo.

La scelta della nuova iniziativa è caduta quest’anno per il conferimento di un premio agli atleti paralimpici. Ovviamente si tratta di una premiazione simbolica, costituita da un oggetto in ceramica prodotto a Millesimo ma ha lo scopo di dare visibilità a questi atleti che spesso vengono dimenticati. La medaglia simbolica è accompagnata da una speciale pergamena sottoscritta rispettivamente dai sindaci dei Comuni di Millesimo e Cengio, con cui nominano Santino Mellogno e Leo Cavazzi “Ambasciatori dello Sport e della Solidarietà del territorio”.

I due ciclisti sono stati accolti per le premiazioni dai rispettivi sindaci dei comuni di residenza degli atleti, di concerto con i sindaci Valbormidesi e con il comitato Paralimpico nazionale e che a visto premiare gli atleti paralimpici. Giovedì prossimo nella sala consiliare del comune di Millesimo l’assessore allo sport della Regione Liguria Matteo Rossi conferirà ai due ciclisti uno speciale riconoscimento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Simona Bellone

    SALUTI DA MILLESIMO
    Particolarità della Mostra dal 7 settembre 2013:
    Sono due secoli di Millesimo rappresentati in stampe e cartoline d’epoca (circa 170).
    Una riproduzione di stampa di Millesimo di pittura di Bourgeois Constant del 1812 dal Museo Louvre di Parigi e tre militari napoleoniche del 1796.
    Una stampa incisione con il Santuario di Millesimo a 2 campanili,
    Il Castello Centurione era ancora Monastero senza torre Coppedè,
    e in seguito con il pennone di S.Giorgio in cima,
    quando Millesimo aveva le mura e si pascolava lungo il fiume,
    quando si lavava e stendeva lungo il fiume Bormida,
    quando i signori viaggiavano con carrozza e cavalli e si usavano i carri con i buoi,
    quando c’erano le prime corriere,
    il ponte della Gaietta con il tetto e 3 arcate, prima dell’alluvione del 1878,
    i portici di Piazza Italia erano dipinti, e si chiamava “Vittorio Emanuele”,
    la Chiesa S.Maria Extra Muros con il cimitero accanto,
    come appariva Il Castello del Carretto prima dei restauri,
    le due vecchie Fornaci di laterizi, e tanto altro ancora…
    Sono rappresentati anche persone in vestiti d’epoca e automobili dagli anni ’20 agli anni ’50…

    Credo che sia una collezione caARTEiv memorabile.
    Il tutto debitamente timbrato e catalogato per prossima pubblicazione (non in vendita).
    E la ricerca di cartoline d’epoca continua.
    Meritava un articolo!

    Simona Bellone
    pres. caARTEiv . it

  2. Scritto da Simona Bellone

    Per informazioni consultare il sito
    Grazie per la pubblicazione concessa almeno in commento.

    Simona Bellone
    pres. caARTEiv

  3. Scritto da Simona Bellone

    Segnalo qui questo evento culturale “no profit” perchè credo che non vi funzionino le mail ufficiali. Grazie per l’attenzione.
    EVENTO CULTURALE – Millesimo – SV
    Da sabato 7 settembre “Saluti da Millesimo”
    cartoline d’epoca e pittura contemporanea
    Ass. Culturale caARTEiv (no profit – dal 2001)
    Piazza Italia 5 – Millesimo – Savona
    tutti i giorni 9.00-11.00 – 15.30-18.30
    Ingresso libero in permanenza in sede caARTEiv