IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Assunzioni Toshiba e crisi Valbormida: interviene il meetup grillino foto

Valbormida. “Apprendiamo dalla stampa che in merito alla Toshiba, il presidente Burlando e l’assessore Guccinelli hanno dichiarato ‘L’azienda assumerà chi vorrà'”. Sarebbe auspicabile che questo principio venisse esteso a tutte quelle aziende pubbliche e private dove invece la gestione delle risorse umane è spesso concordata tra politici e ‘professionisti’ del sindacato, prevaricando il principio dell’uguaglianza tra tutti i cittadini e lavoratori”. Lo dicono gli esponenti del meetup Amici di Beppe Grillo Valbormida.

“Vorremmo che i due autorevoli rappresentanti delle istituzioni avessero buone parole anche per i “disoccupati” della cartiera di Murialdo, che attendono da loro un incoraggiante intervento per far ripartire l’azienda.C’è anche la CABUR di Altare, l’ospedale di Cairo con il suo indispensabile pronto soccorso, Ghiglia, Finintra Engineering (ex Crosa) e le problematiche delle varie industrie di Ferrania, citandone solo alcune, tutte realtà che avrebbero bisogno del loro interessamento, non solo a parole. È importante la verifica della situazione reale dello I.A.L di Carcare che rimane un importante polo formativo in Valbormida, specie nei momenti in cui si avverte la necessità di riqualificazione professionale” aggiungono.

“La convocazione di tavoli urgenti deve essere fatta non per gestire assunzioni lottizzate, ma per analizzare le necessità di ognuna delle aziende in crisi, valutando la possibilità di intervenire in maniera mirata con finanziamenti a tasso agevolato, agevolazioni fiscali e quant’altro atto a scongiurarne il fallimento o la chiusura. Le risorse ci sono, basta solo trovarle nei privilegi, negli sprechi, nelle opere inutili e nelle spese improduttive, sia a livello locale che nazionale. Noi dobbiamo togliere, a coloro che per decenni hanno gestito malamente la cosa pubblica, il potere di continuare a farlo, lo strumento per eccellenza è il voto, ma in mancanza di questo è indispensabile esigere quanto spetta di diritto” proseguono dal meetup.

“Con la diligenza del buon padre di famiglia, il desiderio, la volontà ferrea di tagliare con il passato creando un presente nuovo e cambiando consuetudini nocive, si puó creare un nuovo futuro, semplicemente” concludono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.