IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Park gratis per auto e moto: Andora premiata dall’Associazione per la mobilità equa e responsabile

Più informazioni su

Andora. Il comune di Andora vince il Premio Amoer, l’Associazione per la mobilità Equa e Responsabile. Il riconoscimento arriva alla città della Riviera come comune controcorrente dove le auto e le moto si parcheggiano gratis. Il riconoscimento verrà consegnato a margine del convegno “Missione Mobilità” che si svolgerà il 16 settembre a Milano e che vedrà il sindaco Franco Floris fra i relatori di un evento nazionale che vedrà riuniti importanti esponenti delle Istituzioni, del mondo automobilistico, delle case produttrici e del giornalismo. Il tema di fondo è quello della mobilità e della vivibilità delle città.

Il caso di Andora, sarà portato al centro del dibattito con l’intervento del Sindaco Franco Floris dal titolo “Perché il mio Comune va contro corrente: ad Andora le auto e le moto si parcheggiano gratis”, al quale parteciperanno anche Klaus Davi, Mass-mediologo, Vittorio Feltri, Opinionista, Marco Makaus, amministratore delegato 1000Miglia S.r.l., Antonio Ghini, Direttore Ferrari Magazine e anche Federico Del Prete, Scrittore e Blogger – autore del libro “Compratevi una bicicletta”.

“Andora è un caso a sé in Italia perché riesce a far convivere la presenza di auto con il rispetto dell’ambiente e la mobilità responsabile. Noi abbiamo parcheggi gratuiti su tutto il territorio comunale, anche a pochi passi dal mare o dal porto. – spiega Floris –. Non facciamo cassa con i parcheggi a pagamento o con le multe. Dando agli automobilisti un numero di spazi adeguati alla alte presenze turistiche della stagione estiva, diamo loro la possibilità di essere buoni scopritori del territorio anche a piedi o in bici. Non sono pochi quelli che una volta parcheggiata l’auto, tirano fuori la bicicletta e passano la vacanza sulle due ruote o si rilassano facendo jogging e camminando sui 150 km di sentieri da escursione del nostro entroterra ideali anche per la mtb. Davvero un caso unico in Liguria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vivalassio

    Io sono residente ad Andora anche se lavoro ad Alassio.

    Il fatto di non far pagare i parcheggi è una buona idea e, come Andorese la apprezzo.

    Tuttavia c’è da considerare che una buona parte dei turisti delle località vicine, d’estate parcheggiano l’auto ad Andora, poi prendono il pulmann e se ne tornano nella località dove soggiornano e spendono. Finito il periodo di vacanza, prendono il pulmann e vengono a ritirare l’auto. Praticamente parcheggiano quanto tempo vogliono con poco più di 3 euro…
    Vedi Laigueglia….
    Quindi il Comune, a livello di turismo e giro di affari non guadagna un bel niente…

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    le regole non dovrebbero essere legate alla singola persona o ad un periodo determinato.
    .
    Scegniere di abitare in un luogo o in un altro è una operazione lenta … decidere di spostare la propria residenza in un luogo gestito meglio di un altro è una operazione che si sviluppa in parecchi anni con il rischio che l’amministrazione “scadente” si sostituisca a quella che si apprezza …..
    .
    Le ….”regole” dovrebbero esser corredate da una garanzia temporale sulla “non modificabilità” delle stesse per un periodo predeterminato …
    .
    Abbiamo visto che danni fanno quei politici (…..???….) che distruggono nella gente la fiducia nel futuro con dichiarazioni del tipo….: “oggi la tassa è questa …ma forse …. è più alta”.
    .

  3. .
    Scritto da .

    Diciamo che i commenti letti non provengono da andoresi, ma da residenti di cittadine dove devono spremere i loro cittadini con i parcheggi a pagamento. Non c’è logica nel far pagare il parcheggio, anzi serve a far allontanare il turista e a far impazzire i residenti.

  4. Scritto da vivalassio

    Beh, dobbiamo pensare che ad Andora, con i suoi 32 km quadrati di territorio e 7500 abitanti (di cui i veri residenti sono molti meno) è facile trovare parcheggio tutto l’anno. Forse possiamo avere qualche difficoltà nelle settimane centrali di Agosto ma il resto dell’anno le strade sono pressochè deserte…

  5. IronMan
    Scritto da IronMan

    . . .da una parte ricevono il premio, ma dall’altra ci vorrebbero dei pattoni (anche per l’ Amministrazione comunale che NON controlla il territorio) http://www.ivg.it/2013/09/maxi-discarica-abusiva-di-5-mila-metri-quadri-sulla-sponda-del-torrente-merula-5-denunce/