IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovo video musicale diretto dal regista alassino Emanuele Mei

Più informazioni su

Alassio. Dopo il successo de “La dittatura degli anestesisti”, con immagini di repertorio della guerra nella ex Jugoslavia, il regista e fotografo alassino Emanuele Mei firma un altro video musicale per il gruppo rock “La Colpa”, dal titolo “L’Impero – Quando la storia attraversa le persone”, selezionato tra i dieci finalisti del concorso nazionale “MusicaLuce”, promosso dall’Archivio Luce di Cinecittà, con il patrocinio di Telecom Italia e Cubovision.

Questa volta, l’obiettivo di Mei, con il testo di Luca Cometti, si concentra, grazie all’utilizzo eccezionale dei filmati originali dell’Istituto Luce, sulle vicende legate ai coloni italiani nell’Africa Orientale, dal 1936 al rimpatrio sulle grandi navi ospedale. Al regista alassino è stata data la possibilità di accedere agli archivi dell’istituto per la realizzazione del video del brano, quinta traccia dell’EP d’esordio della band, “Mutuo Perpetuo”, uscito a marzo 2013 per l’etichetta Club Inferno Ent.

“Il soggetto del video sono i coloni italiani in Africa Orientale, dal 1936 al 1943”, si legge nella descrizione della produzione. “Uomini, donne e bambini pieni di speranze, che si ritrovarono di colpo nella condizione di profughi, rimpatriati grazie alla Croce rossa. Sulle grandi navi bianche migliaia di corpi e sguardi rassegnati che solcavano i mari nella speranza di trovare ancora qualcuno ad attenderli nel posto che sentivano di poter ancora chiamare casa. La poesia del testo permette di riunire in un’unica voce invasori e vittime, coloni e profughi. Ne esce un canto malinconico e rassegnato, in cui il riferimento storico si fonde con la potenza di un messaggio quanto mai attuale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.