IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Manifestazioni estive, tra weekend sovraffollati e fine settimana da mortorio: calendario “savonese” da rivedere?

Savona. O troppo o niente. E’ come se il calendario delle manifestazioni estive del Savonese inciampasse in campi completamente vuoti di eventi, o quasi, per poi essere invece sovraffollato di appuntamenti sparsi per la provincia nelle medesime giornate, con il risultato di portare alla dispersione di visitatori qua e là senza assicurare a nessuno il pienone tanto atteso.

E’ un po’ ciò che è successo in questi giorni, se si paragonano il weekend appena passato e quello ancora da vivere. Lo scorso fine settimana, fatta eccezione per la Notte Verde e Gialla di Albenga, ben poche attrazioni erano sul menù di turisti e residenti pronti a divertirsi in Riviera. Al punto che, se si guarda il programma sovraffollatissimo del prossimo weekend, viene da chiedersi perché non si siano spalmati gli eventi in maniera più lungimirante.

Sabato 21 e domenica 22 settembre offrono una varietà di manifestazioni che fa impallidire non solo quella della settimana scorsa ma, in pratica, quella di tutti i weekend di questa estate 2013. Tra lo spettacolo delle Frecce Tricolori nel cielo di Andora, la fiera di San Matteo a Laigueglia, la fanfara dei bersaglieri alla caserma Piave di Albenga, “Dolcissima Pietra”, l’Expo Liguria a Finale Ligure, l’importante Premio Internazionale Nuovo Giornalismo a Spotorno, e Stile Artigiano a Savona – giusto per citarne alcuni – non c’è davvero che l’imbarazzo della scelta. La stessa che è mancata il fine settimana precedente e che, probabilmente, mancherà quello successivo (fatta eccezione per l’evento dedicato al tartufo a Millesimo).

Viene da chiedersi dunque perché, in un momento in cui si parla tanto di crisi del settore turistico e della necessità di allungare la stagione grazie a un’offerta variegata, non si cerchi di dare vita a un calendario più armonico, capace di spalmare gli eventi su più fine settimana senza il sovraffollamento di manifestazioni che va a svantaggio di tutti coloro che si impegnano per la buona riuscita di manifestazioni che meritano l’attenzione di tutti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. marty74
    Scritto da marty74

    @Dartagnan tu hai ragione, ma non mi sembra che nel pubblico funzioni così, purtroppo. Da 60 anni. In ogni caso, e’ comunque non banale programmare gli eventi un anno prima.

    @texmurphy le offerte culturali ci sono, tante, sia a livello pubblico sia a livello privato. Gira e te ne accorgi. Non lasciamo che i luoghi comuni travisino la realtà. Comunque se ti piacciono le sagre, ti consiglio ad Albenga in piazza Trincheri la festa del PD in questi giorni.

  2. Belan
    Scritto da Belan

    AHAHAHAH oddio!!! Grande @Tex Murphy!!!!!!!!!!!!!

    PS @IVG: ma vi rendete conto che state appesantendo il sito in una maniera assurda e quasi innavigabile? Capisco che con la pubblicità guadagnate, ma per caricare una pagina tra script , plugin e quant’altro , passa la voglia!!! Eddai! Cercate un bravo Webmaster!

  3. Tex Murphy
    Scritto da Tex Murphy

    Ma di quali eventi stiamo parlando…sagre e fiere ? No perché ormai in Liguria solo questo si fa, a parte qualche concertino con i vecchietti della canzone in saldo.

  4. Scritto da dartagnan

    Caro Marty 74. nella vita , per i più, niente è facile, tuttavia se qualcuno si propone per un ruolo pubblico dovrebbe avere le esperienze necessarie , certe cose (l’incapacità di fare sistema , le spese folli per eventi solo per addetti ai lavori , che sottraggono risorse ad altre cose, spesso l’arroganza di non volere ascoltare e di non voler guardare dove queste esperienze sono state fatte portano a utilizzare risorse umane ed economiche con risultati sotto le aspettative. nel pubblico come nel privato bisogna darsi degli obbiettivi, imparare a collaborare indipendentemente dalla casacca politica e soprattutto non utilizzare la politica solo come ascensore sociale, Se Savona e il suo capoluogo hanno deciso di vivere di turismo devono andare oltre l’improvvisazione.

  5. marty74
    Scritto da marty74

    no, la risposta è che non è così facile preparare dei perfetti calendari, un anno prima degli eventi

    qualcuno di sbagliato nei centri decisionali ci sarà di sicuro, ma non pensiamo sia uno scherzo coordinare gli eventi di un’intera provincia, seppur piccola