IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Guarnieri al sindaco di Genova: “Se rinuncia alla Gronda, finanziamenti vadano all’Albenga-Carcare-Predosa”

Albenga/Genova. “Penso che la Liguria necessiti di nuove infrastrutture e di nuovi collegamenti con le regioni del Nord, quindi la Lombardia, il Piemonte, il Veneto e ovviamente anche l’Europa, per cui qualsiasi opera in programma deve necessariamente essere realizzata e portata a termine: è ovvio che il progetto può non essere perfetto e può essere sempre migliorabile. Tuttavia, pensare di non realizzare infrastrutture che ci permettano il collegamento con altre regioni e altre nazioni, che porterebbero una conseguente ricaduta benefica in termini di commercio, lavoro, turismo, è pazzesco”.

Così ha dichiarato il sindaco di Albenga Rosy Guarnieri parlando delle infrastrutture della Liguria e del progetto della “Gronda”, tornato di attualità negli ultimi giorni, con le perplessità del sindaco di Genova Marco Doria.

“Ribadisco che queste opere, fondamentali per la Liguria, debbano essere fatte – ha osservato ancora il primo cittadino albenganese – Ovviamente, bisogna trovare il sistema perché queste infrastrutture vengano realizzate nel migliore modo possibile e, naturalmente, in tempi utili. Il collega Doria fa notare che, della Gronda, se ne parla da un sacco di tempo e ci sarebbe il rischio di vederla in piedi tra non meno di venticinque anni. Questo è possibile, ma se non insistiamo oggi, se non mettiamo fin da subito dei paletti, rischiamo seriamente di non vedere la Gronda e tutte le altre opere nemmeno tra venticinque anni. Penso allo spostamento a monte della ferrovia qui a ponente, se ne parla da decenni, se ne è iniziato a discutere concretamente forse solo nel 1998, qualcosa si è mosso e qualcosa pare si stia muovendo. L’importante è partire, dare delle risposte concrete al territorio, avere dei progetti definitivi-esecutivi che siano i migliori possibili”.

“Se poi il sindaco di Genova Doria è così contrario alla Gronda, e dovesse definitivamente decidere di rinunciarvi, mi avverta, così che i finanziamenti possano essere dirottati sulla Albenga-Carcare-Predosa, altro collegamento importante, per il quale siamo assolutamente favorevoli” ha concluso, provocatoriamente, il sindaco Guarnieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lingotto
    Scritto da lingotto

    beh certo perché alla fine è questo il nocciolo della questione,fate cosa volete basta che non mi toccate nel mio orticello..gli abitanti di un paese evoluto è giusto che ragionino cosi

  2. Scritto da ingauno doc

    @lally il solito provincialismo dell’ italiano mediocre !!! è per gente come lei che l’italia è ferma alle infrastrutture fatte dal duce!!!

  3. Scritto da lally

    Sindaco Guarnieri, sarei favorevole anche io alla bretella in questione, purchè non passi sulla mia testa…..ma sulla sua! ( ovvero, il viadotto passasse nelle vicinanze di casa sua e non della mia)!! Salutiii