Economia

Ferrania Solis, Vesco: “Speriamo in piano agevolazioni fotovoltaico da parte del governo”

Cairo Montenotte. Situazione delicata in Ferrania Solis, con il braccio di ferro tra azienda e sindacati. Il management dell’impresa specializzata nel settore fotovoltaico è alle prese con la contrazione del mercato, mentre le rappresentanze dei lavoratori non sono più disponibili a tagli di stipendio.

Stamane l’assessore regionale Enrico Vesco, insieme al collega Renzo Guccinelli e al governatore Claudio Burlando, ha fatto tappa in Valbormida. “Tutto il Paese vive profonda crisi e recessione. La Valbormida, nonostante i segnali importanti come l’insediamento Toshiba, non fa eccezione. Dobbiamo continuare a vigilare con attenzione, insieme a sindacati e lavoratori. Gli impegni che Ferrania ha assunto anche nei confronti alle istituzioni, rispetto al rilancio e alle energie alternative, devono essere reali” sottolinea Vesco.

“La difficoltà del mercato c’è, ma non deve cogliere impreparata la dirigenza – prosegue – Almeno con i lavoratori di Solis l’azienda deve dare sicurezza, perché con quelli di Technologies sappiamo come è finita. Dobbiamo confrontarci per renderci conto del piano industriale e degli investimenti per meglio competere, in un settore che non è tra i più facili”.

“Speriamo che il governo vari quel piano straordinario di cui il Paese avrebbe bisogno che agevoli anche l’installazione dei pannelli fotovoltaici” conclude l’assessore regionale.

Così il presidente regionale Burlando: “I lavoratori sono preoccupati perché il mercato è altalenante. Gli incentivi sono molto diminuiti rispetto ad anni fa. Non abbiamo avuto dall’azienda qualche segnale drammatico. La incontreremo e riferiremo ai lavoratori. Ci sono difficoltà, sì, ma superabili. Mi auguro che questa attività si possa consolidare. Accanto a cartiera, Noberasco e l’arrivo di Toshiba, spero che possa rappresentare il rilancio della Valbormida”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.