IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Equitalia, perquisizioni della Guardia di Finanza negli uffici di Genova

Liguria. Agg. h. 11,30 – Sono cinque gli indagati nell’inchiesta della Guardia di Finanza su Equitalia che ha portato gli uomini delle Fiamme Gialle ad effettuare complessivamente 29 perquisizioni, a Roma, Latina, Genova, Napoli e Venezia, tre acquisizioni documentali negli uffici di Equitalia, dell’Inps e presso i domicili degli indagati. Tra destinatari del provvedimento di perquisizione anche l’ex Direttore Regionale Equitalia del Lazio e l’attuale Direttore Regionale Liguria.

Secondo le indagini, gli indagati avrebbero garantito vantaggi finanziari a imprenditori e professionisti, accogliendo istanze di rateizzazione di cartelle esattoriali anche in assenza dei requisiti. Ma non solo: inquirenti e investigatori ritengono che i cinque avrebbero anche interferito nelle procedure di versamento dei contributi previdenziali alterando così sia la correttezza dei dati relativi ai pagamenti, sia la loro visibilità, con l’obiettivo di ottenere la rinuncia, da parte dell’ente di riscossione, ad adottare procedure di esecuzione immobiliare.

“Equitalia sta già collaborando con gli inquirenti perché venga fatta piena luce sui fatti e sulle eventuali responsabilità. A tal fine – si legge in una nota – rimarrà a disposizione per fornire tutti i documenti e le informazioni necessari. Equitalia “procederà a porre in essere le opportune iniziative” contro le eventuali responsabilità che emergeranno a carico dei dipendenti coinvolti nelle indagini “a tutela della funzione pubblica dell’agente della riscossione e della propria immagine”. –

Perquisizioni in corso, a Genova, da parte della Guardia di Finanza: nel mirino gli uffici di Francesco Pasquino, direttore regionale per la Liguria di Equitalia Nord.

Perquisizioni da parte delle Fiamme Gialle, oltre che a Genova, sono in corso anche negli uffici di funzionari di Roma e Tivoli di Equitalia. In tutto una decina: abitazioni e uffici di numerosi imprenditori a Venezia, Caserta, Napoli ed altre città per numerosi episodi di corruzione.

L’inchiesta è diretta dalla Procura di Roma ed ipotizza appunto reati di corruzione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da El Rey del Mundo

    @mrscultz, posso comprendere il tuo sfogo verso Equitalia ma non pagare delle multe che ti hanno contestato solo perché qualche dirigente della società di riscossioni è indagato mi pare una baggianata e soltanto una scusa. Tranquillo che buonaparte, molta parte, finisce nelle casse statali; sull’uso che se ne fa di questi denari è un altro paio di maniche.
    Vai pure a pagare le sanzioni e la prossima volta paga subito il bollettino altrimenti la multa gravita.
    Saluti.

  2. Scritto da El Rey del Mundo

    Ovvio, ai poveretti per un debito Inps o Inail gli pignorano la casa, agli intrallazzatori invece gliela menano talmente tanto che alla fine i creditori rinunciano alle riscossioni immobiliari. Naturalmente il tutto in cambio di una stretta di mano e di un sorriso.

  3. Scritto da mrscultz

    Che combinazione! Proprio stamattina ho ricevuto una cartella da Equitalia che mi intima di pagare quasi 500 euro per due multe di molti anni fa di una automobile che uso solo pochi giorni all’anno (è d’epoca) e di cui non ricordo proprio mi sino state contestate. Ma a parte questo, io mi chiedo con quale coraggio questa gente si permetta di chiedere soldi alle persone oneste quando sono loro i primi ladri! E poi, io dovrei consegnare 500 euro in mano a questi truffatori che poi se li intascano? Piuttosto li do in beneficienza oppure a qualche ladro, così evita di andare a rubare in giro!