IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Baseball, playoff di Serie B: la Cairese cede due volte, sabato cercherà riscatto sul diamante di casa foto

Cairo Montenotte. Non ce l’ha fatta la Cairese a portare a casa un pareggio nelle prime partite dei playoff giocate a Castiglione della Pescaia sabato 7 settembre contro i grossetani del Jolly Roger. Nonostante una buona prova di carattere, soprattutto in gara 2, i ragazzi guidati da Vottero sono tornati a casa con due sconfitte.

Era prevedibile che non sarebbe stato semplice fare risultato, perché a Grosseto non è mai facile giocare e vincere. Si sapeva che sarebbe servito non sbagliare nulla, che non bisognava concedere niente agli avversari che hanno nel roster diversi giocatori ex IBL.

Gara 1 è strana. La Cairese parte subito in vantaggio, ma i padroni di casa pareggiano nel secondo inning, 1 a 1 e tutto da rifare. Poi due errori in difesa al quarto e al sesto inning costano ai biancorossi ben 4 punti, difficili da recuperare perché l’attacco in questa partita è poco produttivo, soprattutto con gli uomini sulle basi.

Finisce col punteggio di 7 a 2. Non bellissima la Cairese, emozionata e poco lucida con qualche sbavatura di troppo in difesa, poco incisiva in attacco anche grazie ad un’ottima prova del lanciatore mancino avversario, bravo a mettere in difficoltà le mazze cairesi.

Gara 2 ha un’altra storia. Le due squadre rimangono sul punteggio di 1 a 1 fino al quarto inning, poi ancora alcune sbavature difensive portano il Jolly Roger in vantaggio per 4 a 1 proprio nel quarto inning; vantaggio che si incrementa nell’inning successivo ancora di due lunghezze quando Deandreis rileva un buon Umberto Palizzotto. Sul 6 a 1 il manager Vottero gioca la carta Ferruccio sul monte di lancio.

La Cairese ha una reazione di carattere, Ferruccio gioca la sua migliore partita e nulla più concede agli avversari; l’attacco segna due punti nel settimo inning; si va sul 6 a 4 con i padroni di casa in difficoltà.

Nelle ultime due riprese i valbormidesi piazzano uomini sulle basi, ma non riescono a dare la zampata finale. Anche gara 2 va al Jolly Roger.

“Il conto finale ci vede sconfitti due volte – affermano i dirigenti cairesi -, ma un’analisi più accurata non ci vede così lontani dagli avversari se si contano le battute valide e i corridori lasciati in base. L’esperienza maggiore degli avversari e la giovane età dei nostri hanno pesato molto sul risultato finale. La Cairese può dire di uscire a testa alta da questa prima fase”.

Sabato 14 settembre a Cairo si giocherà gara 3. Ci sono tutte le premesse per una riscossa di una Cairese che non è affatto rassegnata. L’ambiente è sereno e sul campo di casa ci sarà un’arma in più, il supporto del pubblico.

Nelle foto: time-out per la difesa cairese; Roberto Ferruccio spettacolare sul monte di lancio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.