IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Arrestati gli specialisti di spaccate notturne col metodo “key bumping”: hanno colpito anche a Savona

Savona/Torino. Sgominata una banda criminale specializzata in spaccate notturne e che aveva colpito anche a Savona. I carabinieri di Rivoli hanno arrestato sei persone che prendevano di mira negozi di abbigliamento e garage privati con il metodo del key bumping, ovvero senza lasciare segni di scassinamento o effrazione.

I sei arrestati, dall’agosto al dicembre 2012, hanno colpito a Savona, Torino e Provincia e hanno commesso 55 furti. I militari hanno trovato in casa vari capi di abbigliamento ancora etichettati e rubati da negozi di abbigliamento nonché varie parti di motocicli proventi di furto custoditi in un garage, poi sequestrato.

Gli arrestati sono tutti di Torino, e 5 di questi sono pregiudicati: Luigi Incarnato, 26 anni, Roberto Minichelli, 28; Cristian Merolla, 31; Simon De Masi, 26; Marco Curci, 33; Vito Di Dia, 29.

Il ‘key bumping’ è una tecnica che consente l’apertura delle porte con serratura europea senza lasciare segni di effrazione. Il metodo consiste nell’inserire nella serratura una chiave appositamente limata e utilizzarla come tensore; la chiave viene poi colpita con un qualsiasi oggetto rigido: questo fa sì che la forza dell’urto vada ad alzare i pistoni superiori oltre la linea di apertura facendo quindi scattare la serratura stessa. La pericolosità di questa tecnica consta nella facilità di utilizzo (non serve avere la manualità di uno scassinatore professionista) e nella facilità di realizzo degli strumenti necessari: la chiave, in questo caso definibile grimaldello, è prodotta limando degli spazi piramidali in numero pari ai pistoni della serratura. Questi spazi sono molto più profondi di quelli normali per poter portare tutti i pistoni più in alto possibile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da notorious

    Domani ci provo anch’io!
    Istigatori!!
    Se malauguratamente doveste redarre un’articolo di pedofilia, prego, descrivete minuziosamente le gesta anziche’ pubblicare il link che qui e’ vietato. Paradossale? Tanto siete abituati. Bigotti subito a fare il segno delacroux…
    L’ho gia’ detto: quando il dovere di cronaca si scontra con l’Etica ne esce la professionalita’ del giornalista.
    Facile appellarsi al fatto che i nomi x esteso erano gia stati scritti il giormo prima su quello o l’altro giornale. Facile dire che tanto le istruzioni x fare la polenta con la polvere da sparo le trovi sul tubo. Intanto dite che esiste, stimolate la fantasia descrivendo l’affascinante tecnica e (facendo un po il bigotto anch’io!!) siete accessibili da tutti, grandi e piccini senza filtro e semza inganno.
    Se e’ vero che certe foto (nudi o dilaniati) non si pubblicano perche si scontrano con il comune senso del pudore, spiegatemi perche si puo’ mettere a nudo tale tecnica eviscerandone i dettagli in questo modo.

    @Mago Merlino: cit. “[ ] …per gridare al lupo al lupo e’ scappato il leone, e vedere di nascosto l’effetto che fa’…[ ]” E. Jannacci ;-)

  2. Scritto da El Rey del Mundo

    @sierravictor, non dannarti l’anima per la descrizione dettagliata del metodo per scassinare le porte blindate: pensi che nei campi Rom o nelle abitazioni dei ladri professionisti non esista ancora una connessione internet da 20 euro al mese? Con tutti i soldi che rubano alla gente onesta questo ed altro!

  3. Scritto da sierravictor

    Scrivilo in arabo rumeno e albanese e fate dei disegni per chi dei rom nn sa leggere così almeno gli “adetti ai lavori “stranieri si aggiornano nn solo per quelli italiani….ma si poteva evitare una spiegazione così nel dettaglio?

  4. Mago Merlino
    Scritto da Mago Merlino

    Forse è vero che si poteva evitare la descrizione dettagliata, che comunque si trova in internet su decine di siti.
    Però, se i giornalisti di IVG non vi piacciono, perchè persistete a leggere i loro articoli?
    Non capisco!!

  5. Scritto da El Rey del Mundo

    L’articolo è stato scritto da uno stagista?