IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Zinola, due ladri sorpresi a forzare un portone con un cacciavite: arrestati

Più informazioni su

Savona. Hanno preso di mira un’abitazione in un palazzo di via Brilla, a Zinola. Un bulgaro e un georgiano, armati di cacciavite, hanno cercato di forzare il portone. Notati da un’inquilina dello stabile, che ha chiamato il 113, sono stati raggiunti dai carabinieri che li hanno colti sul fatto. I segni dell’effrazione sulla porta coincidevano con la forma del cacciavite detenuto dalla coppia di “topi d’appartamento”.

Si tratta di Zurabi Sharvashidze, 26 anni, georgiano, e Barislav Tsomkov, 27, bulgaro, entrambi domiciliati a Nizza. Il fatto è accaduto intorno alle 13. I due, arrestati sul posto, saranno processati per direttisima domattina nel tribunale di Savona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Icarus
    Scritto da Icarus

    Bulgari di ….!!!tornatevene nei campi rom a Sofia!

  2. Roberto Scarlatta
    Scritto da Roberto Scarlatta

    Solo per la faccia che hanno (tipici tratti da delinquente dell’est) li butterei in mare legati.

  3. Scritto da NoNickNoName

    facce da schifo. e avanti immigrati!!

  4. Roberto Scarlatta
    Scritto da Roberto Scarlatta

    Maledetti sub-umani!

  5. Scritto da El Rey del Mundo

    Un bulgaro e un georgiano??? Incredibile; dalle foto pensavo fossero un triestino e un padovano. Non ci posso credere. @Alberto Peluffo e @Paulo Roberto Cotechinho saranno già al loro capezzale in carcere (per poche ore dato che domani saranno già a piede libero).