IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Un mio amico vuole togliersi la vita”: avvisa la Questura, gli agenti scongiurano il suicidio

Savona. Ancora un caso di suicidio scongiurato, dopo quelli avvenuti nei giorni scorsi a Toirano. E’ accaduto ieri, questa volta a Savona.

Nel pomeriggio un giovane si è presentato al Corpo di guardia della Questura chiedendo l’intervento della Volante in quanto poco prima un suo amico, tramite sms, gli aveva comunicato la propria intenzione di togliersi la vita.

In Questura era presente un agente che, pur avendo poco prima terminato il proprio turno di servizio, si è immediatamente attivato, prima raccogliendo tutte le informazioni necessarie per rintracciare il giovane, quindi avvisando la Squadra Volante e prodigandosi egli stesso per raggiungere il ragazzo nel più breve tempo possibile.

Il giovane è stato quindi rintracciato, rassicurato dagli operatori e convinto a desistere dai suoi propositi, quindi è stato accompagnato al pronto soccorso per le cure del caso.

La fiducia riposta dall’amico nella polizia e la pronta risposta di quest’ultima hanno quindi consentito di dare alla vicenda una conclusione positiva.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mrscultz

    Ragazzi, non facciamoci prendere i giro o non facciamoci abbagliare da finte verità….chi “veramente” vuole togliersi la vita non manda SMS agli amici o non lo confida platealmente a nessuno…lo fa e basta. Al massimo manda degli “avvisi” ma talmente deboli ed indecifrabili, che solo a fatto compiuto puoi collegare all’insano gesto…Io, purtroppo, sono “esperto” in materia…quando il mio amico Sabino mi chiamò e mi disse “ti interessano ancora i miei dischi?” (ai quali tenevo tantissimo e anche lui) io risposi:”certamente, che mi interessano” e lui mi disse “allora li puoi tenere tu, intanto a me non mi servono più” Io ho pensato che me li avrebbe regalati perchè il suo giradischi era rotto o per qualunque altro motivo…Quando. due giorni dopo avermeli regalati lo trovarono che penzolava impiccato nella sua cucina, allora ho capito la frase “intanto a me non servono più”…..ma era troppo tardi, purtroppo.

  2. annamaria2@
    Scritto da annamaria2@

    L’agente ha fatto il suo dovere di cittadino….
    Lo avrebbe fatto chiunque !!