IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ubriaco in A10 alle due di pomeriggio, con il figlio di 7 anni: savonese denunciato e segnalato ai servizi sociali

Savona. Alle due di pomeriggio di ieri, sulla A10, gli agenti della polstrada hanno adocchiato una Fiat Multipla che stava pericolosamente e vistosamente sbandando sulla corsia. Al volante si intravedeva una testa, un uomo. La pattuglia gli si è messa alle costole.

Ad Arenzano finalmente è stato dato l’alt e subito gli agenti hanno scoperto che a fianco dell’uomo, un 45enne di Savona, c’era suo figlio di 7 anni. Il conducente è apparso subito alticcio e non aveva al seguito la patente. Più tardi si è scoperto che gli era stata ritirata a gennaio per guida in stato di ebbrezza e, essendo scaduta nel periodo di sospensione, mai più restituita perché non rinnovata.

Gli agenti hanno invitato l’uomo a soffiare nell’etilometro e mentre sul display sono apparsi valori di 1,58 grammi di alcool per litro di sangue, il guidatore ha iniziato ad inveire contro la Stradale chiedendo di essere lasciato in pace visto che era quasi arrivato e che in fondo aveva bevuto solo un goccetto con amici, il tutto insultando gli agenti e sostenendo che quel controllo avrebbe spaventato il suo piccolo.

Proprio lui, il suo bambino di 7 anni, durante gli sproloqui del padre si è rivolto timidamente ad uno degli agenti, rassicurandolo del fatto che lui non era spaventato e che il padre raccontava “le bugie” perché aveva bevuto in macchina. Il piccolo ha anche aggiunto che ogni volta che il padre beve lo picchia e “dice parolacce”.

Per l’uomo, F.V., savonese, sono scattate subito le sanzioni derivanti dalla guida in stato di ebbrezza. Inoltre l’uomo è stato segnalato ai servizi sociali per salvaguardare il figlio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Belan
    Scritto da Belan

    Che schifoso !

  2. alberto.peluffo
    Scritto da alberto.peluffo

    E’ vero, uno così non dovrebbe guidare mai più. Ma, in realtà, la patente gli era già stata ritirata, e lui guidava senza. Qui, come in tanti altri casi (penso allo stalking, per esempio), c’è un problema di prevenzione, tutt’altro che facile da risolvere. Credo che l’elettronica possa aiutare per controlli a distanza, ammesso che nessuno si faccia venire scrupoli per la privacy.

  3. Scritto da ivgcommenti

    “ommi da vin, ommi meschin!”.. sapeste quanta gente c’è che beve ancora, nonostante le nuove sanzioni…. e a perer loro, è tutto regolare. Il problema sorge ora per il bambino. Magari al ritorno a casa le ha “prese” perchè doveva stare zitto…

  4. paky191
    Scritto da paky191

    Queste persone sono pericolose, per la società… La patente non gli dovrebbe MAI più essere ridata, a lui e tanti altri. Le strade sarebbero un pochino più sicure….

  5. Scritto da El Rey del Mundo

    Al di là del comportamento riprorevole e da censurare del padre-guidatore devo ammettere che il figlioletto è stato davvero una piccola ma assai fetente spia…