IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Treni e disagi dei pendolari, Moretti: “Investimenti sul trasporto locale”

Regione. I pendolari liguri sono i più critici (oltre che i più organizzati), nel criticare il funzionamento di Trenitalia, denunciando ritardi, condizione dei treni, rincaro degli abbonamenti. I disagi, non sono solo però quelli dei pendolari di lungo percorso.

Una risposta arriva dallo stesso Mauro Moretti, l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, presente al meeting di Rimini: “Il nostro sforzo si sta indirizzando sul trasporto locale, con un investimento massiccio di circa tre miliardi di euro per il solo trasporto locale.

“Questi – ha proseguito – sono soldi nostri, cioè di autofinanziamento, ci aspettiamo naturalmente un supporto anche dal Governo centrale e dalle regioni”.

Il trasporto locale, ha sottolineato ancora Moretti, “è uno dei temi fondamentali che dobbiamo affrontare, questa è l’indicazione che ci ha dato il Governo: stiamo già perseguendo questa cosa, la stiamo facendo ottimizzando tutte le risorse che ci sono e stiamo, con questo tipo di operazione, dando lavoro anche a tanta gente”.

“Quest’anno dobbiamo pensare alle metropolitane vere, ai pendolari fra le grandi città e le cinture urbane attorno alle grandi città che sono il grande problema del Paese. Penso a Milano, a Roma, a Napoli, al quadrilatero veneto, alle grandi concentrazioni d’Italia”.

La realtà, è che dalle innovazioni, come per esempio quella dei treni regionali Alstom, la Liguria è esclusa. Saranno infatti introdotti in Piemonte, Abruzzo, Calabria, Lazio, Marche, Umbria e Lombardia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da DS

    non voglio difendere Moretti ma.. se le Liguria rimane esclusa è perché la nostra Regione non ha intenzione di comprare i treni nuovi, rispetto a Emilia, Lombardia, Trentino, investiamo pochissimo nel trasporto regionale su rotaia nonostante l’elevata domanda che un territorio come il nostro genera. Orari, frequenza, fermate sono decise dalla Regione che é anche il soggetto che finanzia l’acquisto di materiale.. giusto criticare trenitalia ma ricordiamoci di quello che NON fa la Regione Liguria. In alto Adige, la provincia di Bolzano si fa treni e autobus in totale autonomia con materiale proprio, mentre per la lunga percorrenza si affida alle Ferrovie Tedesche, Trenitalia l’hanno praticamente cacciata a pedate facendo tornare in utile tratte ferroviarie già dismesse dalle vecchie FS.. basta essere competenti e avere la volontà reale di incentivare il trasporto su rotaia, non solo per i pendolari genovesi ma per tutti i liguri e per i turisti che andrebbero incentivati a raggiungere la riviera in treno senza intasare una viabilità al collasso, invece il servizio offerto è al di sotto dell’indecoroso..

  2. Scritto da charlie brown

    Moretti, parli solo per farti bello. Non te ne frega niente dei pendolari, a te interessa la Tav visto che ti entreranno in tasca chissà quanti soldi con quest’opera inutile. Da Amministratore di Ferrovie dello Stato, dopo Viareggio ti dovevi dimettere e andare a pulire i cessi sui tuoi vagoni! Vergogna!