Spotorno, il consigliere Magnone: “Riccobene cerca di mascherare il fallimento nella gestione delle manifestazioni”

spotorno

Spotorno. Prosegue il botta e risposta tra Franco Riccobene, vicesindaco ed assessore al Turismo del Comune di Spotorno, e il consigliere di opposizione Valter Magnone in merito alla mancata organizzazione di alcuni eventi estivi e all’affissione, in paese, di manifesti luttuosi che celebravano la morte del turismo nella cittadina.

“Ancora una volta – afferma Magnone – l’assessore Riccobene cerca di mascherare il fallimento nella gestione delle manifestazioni estive, una gestione dove giornalmente si annullano e poco dopo si riconfermano le serate, a seconda del tono delle proteste dei cittadini e dei turisti, quasi come se i soldi del bilancio comunale si potessero far sparire e poi ricomparire al momento opportuno, ma su questo punto ci dovranno poi essere degli ulteriori chiarimenti e nelle sedi preposte”.
 
“In merito alla falsa accusa di essere l’artefice dei manifesti funebri, per quanto abbia ritenuto simpatica questa iniziativa, posso tranquillamente dichiarare di non avervi partecipato assolutamente – rimarca Magnone -. Ritengo sia giusto, per la completa tutela del mio buon nome, dare mandato ai miei legali per valutare la possibilità di querelare Riccobene per essersi permesso di accusare pubblicamente e senza alcuna prova il sottoscritto”.
 
“Tutto questo – conclude – per smentire le offensive ed infelici dichiarazioni e per dare maggior chiarezza sulla vicenda”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.