IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sotto sfratto e con due malati in casa: Mario Riboldi “campeggia” sotto il Comune

Più informazioni su

Alassio. Mario Riboldi non si arrende e, dopo varie proteste sotto la prefettura, sceglie ora di campeggiare, con tanto di tenda, sotto il Comune di Alassio che, a suo dire, si sarebbe sempre mostrato sordo davanti ad ogni sua richiesta.

L’artigiano originario di Mondovì, disoccupato da tempo, sotto sfratto, e con l’impegno di accudire la moglie Caterina, costretta su una sedia a rotelle dalla sclerosi multipla, e una figlia sedicenne, alla quale è stata diagnosticata l’epilessia, chiede da tempo una casa degna per sé e la propria famiglia. Con la pensione di invalidità della moglie e qualche euro frutto di lavoretti saltuari, sarebbe impossibile per Riboldi trovare un’altra sistemazione e far fronte alle spese mediche. Di qui la richiesta di una casa popolare.

“Se il sindaco non mi riceve, io me ne starò qui ad oltranza, fino a quando non avrò la possibilità di far sentire la mia voce e avere risposte – dice l’artigiano – In Comune sembrano disinteressati alla mia situazione, ma prima o poi dovranno ascoltarmi”. Gli appelli di Riboldi non si contano più, tra quelli lanciati in tempo di campagna elettorale, e che sembravano aver aperto solo qualche piccolo, e momentaneo, spiraglio, a quelli successivi, che sembrano echeggiare nel vuoto più totale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cielo

    consiglio
    guardate tg imperia tv questa sera forse c’è qualche speranza x loro se non sono promesse da marinaio

  2. IronMan
    Scritto da IronMan

    @cielo, dove sei ?

  3. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Una certa quota delle tasse che si pagano (8×1000) sono destinate a spese sociali …
    È opinione diffusa che questi quattrini siano dedicati ad attività non gradite dalla popolazione che …. Paga le tasse …..

    .
    Non sarebbe male utilizzare questi soldi per evitare che chi ha affittato un appartamento e non riscuote il giusto affitto possa evitare di innescare operazioni sgradevoli …
    .
    Insomma quando inizia una operazione di sfratto lo Stato (o le sue innumerevoli ed inutili diramazioni con assurdi poteri) dovrebbe intervenire pagando tale affitto e prendendosi in carico la situazione … (conn adeguati controlli … spesso chi non paga lo fà con la certezza di farla franca)
    Se poi avanzano quattrini …. Ma solo allora … si sperperano come fatto da troppi ….

  4. Scritto da Biagio MURGIA

    Ma la vogliamo risolvere questa situazione??? Il comune non ha un appartamento in villa FRISKE o come si chiama che il buon AVOGADRO voleva dare al BRIXTON??? E allora diamolo a RIBOLDI che ne ha senz’altro molto ma molto più bisogno, oppure diamogli l’appartamento che il comune ha nell’edificio delle ex scuole materne di via Mameli ove ora c’è lo studio AICARDI….