IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Polizia municipale di Albenga, multe ridotte del 30%: ecco come e in quali casi

Albenga. La polizia municipale di Albenga e i servizi di polizia associati (di Finale Ligure e Loano) si sono organizzati per l’applicazione immediata delle nuove disposizioni in materia sanzionatoria. Con il decreto legge n. 69/2013 (meglio noto come decreto “del fare”), è stato modificato il codice della strada prevedendo la possibilità per il trasgressore, a partire dai prossimi giorni, di beneficiare di un’ulteriore riduzione del 30% sull’importo dovuto quale pagamento per le sanzioni amministrative pecuniarie per le violazioni stradali.

Non in tutti i casi, però, le violazioni possono beneficiare della riduzione. Sono indispensabili infatti le seguenti condizioni: che il pagamento avvenga entro i 5 giorni (anziché entro i 60 giorni) successivi alla contestazione o alla notificazione del verbale; che per tale violazione non sia prevista, in aggiunta alla sanzione pecuniaria, anche la sanzione accessoria della confisca del veicolo (ad esempio nel caso di mancata copertura assicurativa) oppure della sospensione della patente di guida (ad esempio nel caso di sorpasso in curva, dosso o in condizioni di scarsa visibilità).

Bisogna inoltre tenere presente che: per le violazioni stradali per le quali è ammesso tale beneficio, l’importo decurtato del 30% pagabile entro 5 giorni sarà indicato espressamente dall’agente accertatore sullo stesso verbale consegnato sulla strada al momento della contestazione, oppure risulterà indicato a stampa sul verbale notificato all’intestatario del veicolo; il pagamento potrà essere effettuato con le modalità in uso, riportate sullo stesso verbale. Ad esempio, per la violazione stradale accertata (ad es. superamento del limite di velocità di oltre 40 Km orari, commesso tra le ore 22 e le ore 7, che comporta il ritiro immediato della patente, ovvero circolazione con ciclomotore per il quale non è stato rilasciato il certificato di circolazione, che comporta il sequestro immediato del veicolo) è prevista la sanzione accessoria della confisca o della sospensione della patente, non sarà possibile applicare la riduzione del 30%.

Anche per le violazioni consistenti in “divieti di sosta” accertate con il semplice “preavviso” lasciato sotto il tergicristallo del veicolo dalla polizia municipale il predetto pagamento decurtato del 30% è ammesso nei termini e con le modalità indicate sullo stesso preavviso, con il vantaggio di risparmiare le spese di notificazione. Pertanto, ad esempio, la sosta vietata su spazi riservati a mezzi pubblici con autoveicolo è sanzionata in via ordinaria con il pagamento di € 84,00 che, con la riduzione del 30%, diminuisce a € 58,80.

Va precisato che la riduzione del 30% non è applicabile sia alle violazioni diverse da quelle previste dal codice della strada (come ad esempio le violazioni relative ai regolamenti comunali) sia alle eventuali spese di notificazione, per le quali non è prevista alcuna riduzione. Eventuali ulteriori informazioni possono essere richieste presso gli uffici del Corpo di Polizia Municipale di Albenga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gianmarco

    Ma le potete ridurre anche del 90% tanto di questi tempi non le paga più nessuno …specialmente quelle fatte dai vigili…

  2. ThinkyWinky
    Scritto da ThinkyWinky

    Praticamente costa meno farsi fare una multa che pagare il parcometro, dato che c’è inoltre il bonus di poterla pure fare franca. Geniale.