IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maltempo e strade bloccate: lo show imprevisto su “due ruote” di Teo Teocoli

Più informazioni su

Loano. Mettetevi per un attimo nei panni degli automobilisti che, ieri sera, sono rimasti bloccati per ore sulla A10 a causa di un incidente e di un Tir ribaltato sulla carreggiata. Provate a immaginare la loro frustrazione, la sensazione di essere ad un passo da una crisi di nervi, e il tentativo di guardarsi attorno cercando uno spiraglio di luce in un frangente che, definire “contrattempo”, sembrerebbe ai più un eufemismo.

Ora cercate di mettervi alla guida di quelle auto, di voltare un momento lo sguardo e di vedere correre in mezzo all’autostrada un personaggio non propriamente comune come Teo Teocoli. Non è la trama di un film comico, ma ciò che è accaduto realmente ieri sera sull’Autofiori, dove l’incidente (per fortuna senza gravi conseguenze per le persone coinvolte) è stato affiancato da un fuori-programma a favor di pubblico su quattro ruote.

E’ stato uno spettacolo a dir poco originale quello che ha visto protagonista ieri sera proprio l’artista milanese, atteso a Loano per un’esibizione che, in poche ore, ha dovuto fare i conti con due eventi non previsti: il maltempo prima (con conseguente spostamento dello spettacolo dal Giardino del Principe al palazzetto dello sport) e l’incidente sull’autostrada poi, che ha tenuto Teocoli bloccato per ore. Almeno fino all’entrata in scena di “Franchino del Comune” che, a bordo di un motorino, lo ha raggiunto sull’A10, caricato in sella e portato a destinazione con un’entrata spettacolare su due ruote all’interno del palazzetto, tra l’ovazione del pubblico in attesa da ore.

E’ proprio il comico a raccontare al pubblico la propria odissea per le strade rivierasche (anche l’Aurelia era bloccata a Borghetto per l’investimento di due pedoni). “Ragazzi, che serata! – esordisce Teocoli, ripreso dalla telecamera di RR Film Toirano – Si è rovesciato un camion, la strada era completamente bloccata e quindi non saremmo mai arrivati. Poi mi dicono: ‘Arriva a prenderti Franchino del Comune’ e io mi metto a correre lungo la A10 per andargli incontro con la gente che mi urla: ‘Imitami quello, imitami quell’altro!'”. Boato di risate.

“Franchino andava come un pazzo – scherza il Teo nazionale, regalando agli spettatori uno show inaspettato – non riuscivo ad allacciare il casco da quanto andava veloce, un freddo che non vi dico. Poi questo qui ogni tanto si fermava e diceva: ‘Uè, ho Teocoli!” e tutti che urlavano! Ecco, ora avrei bisogno di tre ore per rilassarmi. Questa è quella che in gergo si definisce serata sfigata”. Ed è stata un’ovazione.

Tra i più entusiasti c’è l’ormai celebre Franchino, che racconta: “E’ stata un’avventura memorabile: Teo era bloccato e io gli sono andato incontro per portarlo qui, tra le urla delle persone che lo riconoscevano per strada. Poi, l’entrata al palazzetto in motorino è stata un successo!”. Così come lo show “ritardatario” ma, certamente, unico nel suo genere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.