IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incidente mortale sull’A10: la vittima è Patrizia Marica Leccia

Borghetto. Patrizia Marica Leccia, 42 anni, residente a Mentone, ma originaria di Sassari, madre di un figlio di 12 anni, la donna deceduta questa mattina avvenuto questa mattina sull’A10 nel tratto tra Borghetto Santo Spirito e Pietra Ligure.

La donna, a bordo della sua auto, è stata tamponata da un furgone bianco poi fuggito dopo l’incidente. L’auto della 42enne è finita contro un camion che si trovava in una piazzola. Per le non c’è stato nulla da fare ed è deceduto sul colpo a seguito del violento impatto.

La salma è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, a disposizione dell’autorità giudiziaria savonese. Intanto, proseguono le ricerche del conducente del furgone bianco che ha tamponato l’auto della donna finita poi sotto un camion parcheggiato su una piazzola di sosta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Johnny99

    io letteralmente ‘vivo’ su quel tratto di autostrada tra Savona ed Albenga e vedo quotidianamente furgonisti comportarsi da veri e propri delinquenti, contando che in tutto quel tratto i vari saliscendi rendono molto probabile il pararsi improvviso d’innanzi di una fila di TIR a 60 all’ora che arrancano in salita…

    La polstrada è assente completamente

  2. Carlo M.
    Scritto da Carlo M.

    ovvio che il furgone sarà rintracciato con facilità vista la grande quantità di telecamere. Altrettanto ovvio che dopo una sera in guardina e un paio di mesi di stop per la patente l’omicida sarà libero come un uccellino: per omicidio colposo in Itaglia prendi meno che per una multa non pagata. Siamo un popolo ridicolo.

  3. Belan
    Scritto da Belan

    Che brutta fine……spero che prendano il “personaggio” fuggito e che gli facciano fare tanta di quella galera da scordarsi come si guida.