IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il questore Grillo lascia Savona, al suo posto dal primo ottobre Francesco Nicola Santoro

Savona. Dopo oltre quattro anni di servizio (dal 30 luglio 2009) il Questore Vittorino Grillo lascia Savona per andare a ricoprire il medesimo incarico a La Spezia. Dal 1 ottobre 2013 nella città della Torretta arriverà Francesco Nicola Santoro (nella foto), proveniente dall’Ufficio Centrale Ispettivo del Ministero degli Interni a Roma dopo che aveva ricoperto il ruolo di questore in Toscana, a Lucca, dal 30 giugno 2009 al 26 luglio 2012.

L’avvicendamento è stato deciso dal Dipartimento di pubblica sicurezza e verrà siglato con decreto del Ministro degli Interni.

Francesco Nicola Santoro: dirigente superiore della Polizia di Stato, è nato a Cursi (Lecce) il 05 ottobre del 1952. Laureato in Scienze Politiche presso l’Università di Pavia, è in servizio dal 1971. Dal 1975 ha prestato servizio presso la Questura di Milano ricoprendo l’incarico di Comandante dei Nucleo Volanti.

Nel corso del 1977 è stato inviato alla Questura di Brescia come responsabile dei servizi di prevenzione in occasione del processo ai Nuclei Armati Rivoluzionari di Fumagalli. Successivamente ha poi prestato servizio presso la Scuola Tecnica di Polizia di Roma con l’incarico di Comandante di Compagnia e Battaglione Allievi nonché di Dirigente l’Ufficio Corsi e dell’Ufficio Amministrazione, unitamente all’incarico di docente per le materie di Diritto Penale e Diritto Processuale Penale, Legislazione di Polizia di Stato, Tecnica di Polizia Giudiziaria e delle Investigazioni, Armi e Tiro, Ordinamenti e Regolamenti, svolgendo in mancanza del titolare, funzioni superiori di Direttore della Scuola.

Nel 1988 è stato poi distaccato presso la Direzione Centrale dei Servizi Civili del Ministero dell’Interno in occasione della massiccia immigrazione dei profughi polacchi. Dal 1990 al 1994 ha prestato servizio presso la Questura di Livorno e dal 20 luglio 1992 ha diretto i servizi di vigilanza presso il carcere di Pianosa durante la detenzione degli elementi di spicco delle associazioni criminali di stampo mafioso.

Il primo gennaio 1994 è stato promosso al grado di primo dirigente della Polizia di Stato e successivamente è stato trasferito alla direzione centrale di Polizia Criminale in qualità prima di direttore di Divisione del Servizio Centrale di Protezione e poi di direttore di Divisione del Servizio Polizia Scientifica.

Nel 1996 ha assunto la direzione del Commissariato di Civitavecchia e dando impulso all’attività di Polizia Giudiziaria e all’attività di Prevenzione, così da avere l’incarico dal Prefetto di Roma in sede di Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica di coordinare le attività operative delle forze dell’ordine operanti nei comuni di S. Marinella, Cerveteri, Ladispoli, Bracciano, Tolfa, Allumiere, Canale Monterano.

Dall’agosto 2001 ricopre l’incarico di dirigente del Commissariato “Viminale” che coordina le attività del Polo Viminale comprensivo anche della Giurisdizione del Commissariato Esquilino e del Commissariato Celio. Ha curato la direzione del servizio per importanti eventi e cerimonie con la partecipazione del Papa, del Presidente della Repubblica, del Presidente del Consiglio dei Ministri, dei Presidente del Senato, del Presidente della Camera dei deputati, del Ministro degli Interni ed altre altissime personalità. Ha inoltre diretto personalmente i delicatissimi servizi per visite di Capi di Stato e di Governo ad alto rischio. Fra le altre cose, dal dicembre 2005, ha ricoperto l’incarico di dirigente del Commissariato Trevi Campo Marzio nella cui giurisdizione vi sono importantissimi obiettivi istituzionali. Dal 2006 ha ricoperto l’incarico di Questore della provincia di Benevento prima di essere nominato a Lucca, cui ha preso servizio dal primo luglio 2009.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.