IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Gli Ostinati Savona: “La differenziata miracolosa”

Più informazioni su

Apprendiamo che la dotazione economica aggiuntiva per la partecipata comunale savonese ATA, la multiutility che si occupa anche di spazzatura, è stata di 900.000 euro. Di questi 500.000 euro saranno destinati alla raccolta differenziata che opererà su alcuni quartieri, per una copertura di 11.000 abitanti. Insomma fare la differenziata costerà, per ora, almeno 10 euro di più ad abitante. Quando sarà estesa a tutta la città i costi saliranno ad almeno 50 euro.

La differenziata è però un atto imprescindibile di civiltà ecologica e mira alla riduzione del conferimento in discarica, con tutti i benefici connessi.

Da una rapida consultazione al bilancio scopriamo però, con stupore, e sempre che non si siano presi fischi per fiaschi, che i costi di conferimento in discarica saranno aumentati di 300.000 euro. Si passa cioè da 2.900.000 euro a 3.200.000 euro. Possibile che non si sia accorto di ciò nessun consigliere quando ha votato il bilancio? Attendiamo, fiduciosi, una pronta smentita, scusandoci per l’eventuale abbaglio.

Infatti, come può aumentare il quantitativo del conferimento in discarica se la differenziata mira alla sua diminuzione?
Le tariffe del conferimento in discarica sono forse aumentate dopo la cessione proprietaria d’essa?

Ricordiamo che il vecchio proprietario, un noto imprenditore locale, oggi impegnato in importanti lavori di ristrutturazione immobiliare, poche settimane dopo aver ottenuto l’autorizzazione pubblica ad un consistente aumento dimensionale della discarica, ha immediatamente capitalizzato il bonus, cedendone la proprietà ad una società il cui profilo legittimamente si appanna tra un mix di schermi cinesi e paradisi fiscali. Complimenti a chi sa fare così bene il proprio mestiere di imprenditore.

Ed infine: è vera la notizia che tutta la plastica differenziata a Savona va direttamente nel grande inceneritore di Brescia?

Qualcuno degli amministratori pubblici (che non pagano gli errori di tasca propria) sa rispondere al comune cittadino (che viceversa li paga)?

La Creative Commons Community degli Ostinati

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.