IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Diffamazione a mezzo stampa, l’On. Franco Vazio: “Trovato giusto equilibrio”

Più informazioni su

Liguria. “Dopo un lavoro intenso ed un serrato confronto nell’ambito della Commissione Giustizia, arricchito da numerosi, qualificati e preziosi contributi, la proposta di legge di modifica del reato di diffamazione a mezzo stampa è approdata finalmente in aula dove il sottoscritto, questa mattina, ha avuto l’onore di aprire la discussione per il Pd, intervenendo per illustrare e sostenere la suddetta proposta di legge”. Lo afferma in una nota il deputato albenganese del Pd Franco Vazio.

“La libertà di stampa rappresenta per un Paese civile e democratico un valore altissimo, così come altrettanto elevato è il valore dell’onore e della reputazione per il cittadino, il politico o l’imprenditore che ogni giorno è sottoposto all’attenzione della stampa medesima. Ebbene il testo oggi offerto alla discussione dell’aula rappresenta un giusto equilibrio tra i diritti e gli interessi che legittimamente si contrappongono”.

“Un Paese misura e garantisce la propria democrazia attraverso la libertà di stampa ed il diritto di manifestare le proprie opinioni. Costruire un modello giuridico che intimidisce e scoraggia gli osservatori, significa inevitabilmente oscurare e zittire la democrazia. Punire con la reclusione un giornalista, uno scrittore o un commentatore televisivo costituiva un’intimidazione intollerabile, una ferita che doveva essere rimarginata”.

“Dobbiamo andare avanti con fiducia, persuasi del fatto che la libertà di stampa e di opinione sono diritti sui quali un Paese, il nostro Paese, rafforza la democrazia e nello stesso tempo costruisce il proprio futuro”.

“Colgo infine l’occasione per fare una riflessione in riferimento ad una prassi assai diffusa afferente l’utilizzo di espressioni che appaiono comunque non consone ad una corretta dialettica. I toni di critica, pur se aspri, non dovrebbero mai trascendere verso espressioni irriguardose, violente e potenzialmente di per se offensive. Una buona comunicazione può tranquillamente fare a meno di tutto ciò”.

“Una buona comunicazione che cresce e matura in questo senso, respingendo derive violente, irriguardose ed offensive è un qualcosa che fa bene al Paese ed al modo di stare insieme e fare comunità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.